Windows 10 sarà gratuito anche per i computer su cui c'è Windows piratato: Microsoft chiarisce

di

Windows 10 sarà gratuito anche sui computer su cui attualmente è installata una versione di Windows non originale”. Sono queste le dichiarazioni rilasciate nella gioranta di ieri da Terry Myerson nel corso della conferenza di Microsoft tenuta in Cina e dedicata interamente al nuovo sistema operativo. Parole che, però, sono state interpretate male da molti utenti, ma il colosso di Redmond ha subito voluto precisare il tutto.

Parlando con Reuters, infatti, l'importante dirigente della società diretta da Satya Nadella ha fatto intendere che questa mossa sarà dedicata esclusivamente al mercato cinese, un territorio in cui “Microsoft ha intenzione di impegnarsi ulteriormente per i milioni di utenti”.
Una precisazione per certi versi doverosa, dal momento che è stata riportata in maniera non corretta anche dalle principali testate del settore, tanto che Tom Warren di The Verge è stato costretto a contattare Microsoft per farsi dare ulteriori chiarimenti.
Nel resto del mondo, quindi, Ten sarà gratuito solo per coloro che hanno attualmente una versione di Windows 8 o Windows 7genuina”, quindi regolarmente acquistata. Per il primo anno questi potranno aggiornare gratuitamente le loro macchine; ricordiamo che Windows 10 arriverà in 190 paesi nel corso della prossima estate, ma almeno al momento ancora non è stata comunicata alcuna data di rilascio ufficiale. 
Nelle prossime settimane, comunque, il colosso di Redmond dovrebbe mettere a disposizione degli utenti una nuova Tech Preview

Aggiornamento: The Verge ha provveduto ad aggiornare nuovamente l'articolo citato poco sopra, e cita la frase di Microsoft che, tramite un portavoce ha affermato quanto segue: "crediamo che i nostri utenti con il passare del tempo si renderanno conto del valore delle licenze di Windows e renderemo loro più facile il passaggio alle copie genuine". Nonostante ciò, però, ancora non è chiaro se si tratta di una mossa rivolta principalmente al mercato Cinese, in cui la maggioranza degli utenti preferiscono scaricare Windows, oppure no. A questo punto non ci resta che attendere qualche ulteriore precisazione da parte della società di Redmond.

Quanto è interessante?
0