Windows 10X, ecco alcune delle grandi novità in arrivo nel nuovo OS

Windows 10X, ecco alcune delle grandi novità in arrivo nel nuovo OS
di

Microsoft potrebbe avere in serbo qualche “asso nella manica” per rendere il nuovo sistema operativo modulare Windows 10X ancora più interessante: alcuni documenti interni parlerebbero infatti di diverse feature e scelte di design inedite che renderebbero l’esperienza d’uso nei computer portatili di fascia bassa decisamente migliore.

Innanzitutto, è doveroso precisare che il colosso di Redmond attualmente sta ancora lavorando su Windows 10X e sulle funzionalità da implementare, ergo le seguenti indiscrezioni potrebbero essere smentite da scelte aziendali diverse. In questo periodo gli sviluppatori della società stanno testando la Build 20280 per Windows 10X: se soddisferà gli standard di qualità, verrà rilasciata ai produttori nelle prossime settimane e le aziende inizieranno a testare i loro dispositivi per il nuovo OS modulare. L’obiettivo, infine, sarebbe quello di lanciarlo tra marzo e giugno 2021.

Detto ciò, vediamo quali sono le grandi novità in arrivo. La prima riguarda la barra delle applicazioni, dove le icone dei programmi aperti o preferiti saranno centrati per impostazione predefinita, al contrario dell’esperienza di Windows 10 dove sono automaticamente allineate a sinistra. Oltre alle applicazioni bloccate nella barra, nella parte inferiore dello schermo appariranno anche quelle aperte di recente per facilitarne la riapertura in caso di necessità; o ancora, non mancherà la visualizzazione dei siti Web in esecuzione in primo piano o in background.

Altre novità minori segnalate da Windows Latest riguardano poi anche il raggruppamento di più istanze della stessa applicazione in un’unica icona; un’interfaccia utente estesa che sposterà il menu Start sul lato sinistro quando verranno aperti più programmi allo stesso tempo; gesti per i computer portatili touchscreen di fascia bassa, tramite i quali sarà per esempio possibile avviare il menu Start con uno swipe verso l’alto.

Insomma, Windows 10X potrebbe davvero proporsi come un sistema operativo ibrido ed essenziale, in grado di offrire un’esperienza d’uso d’alta qualità anche in dispositivi più economici e meno performanti. Tra l’altro, Microsoft starebbe pensando di rendere la quantità di prodotti con Windows 10X in dotazione ancora più ampia, espandendo il lancio dell’OS anche su laptop e notebook con processori ARM e AMD oltre che Intel.

Quanto è interessante?
6