Windows 11 24H2 in arrivo: e se in realtà fosse Windows 12?

Windows 11 24H2 in arrivo: e se in realtà fosse Windows 12?
di

A fine ottobre, Microsoft ha rilasciato Windows 11 23H2: il nuovo major update di Windows ha portato con sé una pletora di nuove funzioni, molte delle quali legate all'IA. Mentre l'Intelligenza Artificiale sbarca su PC, però, pare che il colosso di Redmond stia già lavorando a Windows 11 24H2, in arrivo a metà del prossimo anno.

La notizia arriva da Windows Latest, che spiega che il nome Windows 11 24H2 è stato scovato in alcuni documenti di sistema di Windows 11 23H2 dallo sviluppatore Xeno. Tutto sembra dunque indicare che a metà 2024 verrà lanciato un altro major update di Windows 11, che dunque dovrebbe estendere il ciclo vitale del sistema operativo di almeno un altro anno, fino al 2025 inoltrato.

Ma siamo sicuri che le cose stiano veramente così? Sono sempre più numerosi i leak che parlano di un lancio di Windows 12 nel 2024, mentre sempre Windows Latest ricorda il caso di Windows 10 21H2, anche noto come "Windows 10 Sun Valley", che poi si è rivelato essere Windows 11. Avete capito dove vogliamo andare a parare: è possibile che Windows 11 24H2 sia in realtà Windows 12, il cui lancio dovrebbe dunque essere previsto per la seconda metà di quest'anno.

In ogni caso, prima di Windows 11 24H2 arriverà Moment 5, l'ultimo importante feature update per il sistema operativo di Microsoft prima del major update di metà anno. Moment 5 dovrebbe essere lanciato in primavera o, forse, già verso le ultime settimane di febbraio: tra le novità nell'aggiornamento dovrebbe esserci lo scorporo di Bing e Edge da Windows 11, previsto dal Digital Markets Act europeo.

Le "gole profonde" del settore hi-tech hanno comunque già spiegato che Windows 11 24H2 sarà un aggiornamento molto importante per l'OS di Redmond: proprio per questo, le voci secondo cui quest'ultimo diventerà una nuova iterazione di Windows si fanno sempre più numerose. Per il momento, però, non sappiamo quali saranno le funzionalità introdotte con l'update: per scoprirlo, dunque, non resta che aspettare.