Windows 11 e l'account Microsoft: è obbligatorio? Non per tutti

Windows 11 e l'account Microsoft: è obbligatorio? Non per tutti
di

Nel corso della presentazione ufficiale di Windows 11, sono stati elencati i numerosi prerequisiti del nuovo sistema operativo Microsoft, facendo storcere più di qualche naso. Dopo alcuni aggiustamenti sul fronte dei requisiti hardware, ora tocca all'obbligo di avere un account MSA.

Nei primi giorni dopo il grande annuncio infatti, la stessa Microsoft ha provveduto a modificare alcuni dei termini per la compatibilità allargando di fatto le maglie a più generazioni di CPU. Fra i vari requisiti, era stato già ampiamente specificato che per la Home Edition di Windows 11 sarebbero stati necessari un account Microsoft e una connessione a internet.

Ebbene, secondo quanto emerso nelle ultime ore e riportato da PCWorld, una fonte vicina a Microsoft avrebbe ammesso che "l'unico modo per evitare di utilizzare un account Microsoft è tramite Windows 11 Pro [...] gli utenti che usano o acquistano un PC con Windows 11 Pro potranno scegliere se usare un account locale o un account Microsoft già dall'inizio del processo di installazione".

Oltretutto, sembra che anche gli altri utenti saranno abilitati alla creazione di un account locale dopo il setup iniziale, ma questo non eviterà ai più "riservati" di condividere ugualmente i propri dati identificativi e quelli del proprio hardware con Microsoft. Queste restrizioni, con la versione Pro, non saranno presenti.

Insomma, sembra che molti aspetti di questa vicenda siano ancora in corso di definizione. Per quanto ci riguarda, abbiamo già espresso i nostri primi commenti su Windows 11 nel nostro approfondimento sulla build insider.

Quanto è interessante?
5