Windows 11, la schermata della morte è tornata blu? Sì, c'è il dietrofront

Windows 11, la schermata della morte è tornata blu? Sì, c'è il dietrofront
di

Dopo aver rimosso la schermata blu della morte con Windows 11 (e averla sostituita con una variante nera), Microsoft è tornata inaspettatamente sui suoi passi: il tutto tramite un update di quelli che spesso gli utenti sono soliti per certi versi "ignorare".

Infatti, stando anche a quanto riportato da ArsTechnica, la società di Redmond ha "nascosto" il ritorno alla nota Blue Screen of Death (BSoD) all'interno dell'aggiornamento alla build 22000.346 di Windows 11, rilasciato nella giornata del 12 novembre 2021 per gli utenti Insider aderenti ai canali Beta e Release Preview dell'apposito programma.

La conferma del cambiamento è arrivata mediante il blog ufficiale di Windows: a margine dei classici miriadi di fix, all'interno del changelog si fa diretto riferimento al cambiamento del colore della popolare schermata di errore. In parole povere, è tutto tornato "come nelle precedenti versioni di Windows", come fatto notare dalla stessa Microsoft.

Insomma, la schermata nera della morte (che si poteva pur sempre chiamare BSoD, visto che si trattava della "Black Screen of Death") è durata ben pochi mesi. Ricordiamo infatti che Windows 11 è stato lanciato a inizio ottobre 2021.

Alla fine, dunque, la Blue Screen of Death è di nuovo presente all'interno di Windows, anche se ovviamente speriamo che venga vista da meno persone possibili, dato che compare a schermo solamente quando c'è qualcosa che non va (o quando si sta giocando a qualche strano gioco magari scaricato da itch, ma quella è un'altra questione).

Quanto è interessante?
6
Windows 11, la schermata della morte è tornata blu? Sì, c'è il dietrofront