Xiaomi, Huawei, OPPO e Vivo starebbero creando un'alternativa al Play Store

Xiaomi, Huawei, OPPO e Vivo starebbero creando un'alternativa al Play Store
di

Arriva così, in un tranquillo giovedì di inizio febbraio 2020, la bomba da parte di Reuters: Xiaomi, Huawei, OPPO e Vivo starebbero collaborando per realizzare una valida alternativa al Play Store di Google. Si tratta di un'indiscrezione piuttosto importante, visto che stiamo parlando di quattro colossi del mercato smartphone.

In particolare, Reuters, fonte che si è quasi sempre rivelata affidabile per questo tipo di notizie, dà per certo il fatto che le succitate aziende cinesi si stiano riunendo nella GDSA (Global Developer Service Alliance). Questo progetto prevedrebbe l'unione delle forze per quanto riguarda la pubblicazione di applicazioni, film, musica e altri contenuti nei negozi digitali proprietari delle rispettive aziende. Non è quindi ancora chiaro se si tratti di uno store unificato o meno, ma in ogni caso le società sembrano voler collaborare per cercare di contrastare il dominio di Google.

A quanto pare, le aziende coinvolte vorrebbero svelare ufficialmente il progetto già durante il mese di marzo 2020, ma la questione legata al Coronavirus potrebbe far ritardare l'annuncio. In ogni caso, il lancio del progetto dovrebbe partire da 9 mercati selezionati, tra cui troviamo India, Indonesia e Russia. Probabilmente, dunque, Xiaomi, Huawei, OPPO e VIVO testeranno tutto per bene prima di portare il servizio anche in Europa e negli Stati Uniti d'America.

Ci teniamo a precisare che, nonostante la fonte sia una delle più affidabili in circolazioni, le informazioni riportate in questa notizia sono solamente frutto di indiscrezioni e non c'è ancora nulla di ufficiale. Vi invitiamo, dunque, a prendere tutto con la dovuta cautela.

Crediti immagine copertina: SlashGear.

FONTE: Reuters
Quanto è interessante?
4
Xiaomi, Huawei, OPPO e Vivo starebbero creando un'alternativa al Play Store