Xiaomi è pronta a risolvere uno dei più grandi problemi dei suoi smartphone?

Xiaomi è pronta a risolvere uno dei più grandi problemi dei suoi smartphone?
di

Uno smartphone è un prodotto che include parecchi componenti. Questo significa che anche un dispositivo valido pressoché in tutti i suoi aspetti potrebbe essere criticato da qualcuno. D'altronde, quante volte gli utenti si lamentano per un singolo bug specifico? Chiaramente si tratta di un problema da risolvere per i produttori.

Per questo motivo, questi ultimi sono spesso chiamati a risolvere inconvenienti riscontrati solamente da alcuni utenti. Nel caso di Xiaomi, sembra essere giunta l'ora di risolvere uno dei bug più "criticati". In particolare, stando anche a quanto riportato da Gizchina e GSMArena (la fonte originale è Xiaomi Today), il noto brand avrebbe messo "nel mirino" il problema del sensore di prossimità. Si tratta infatti di una questione dibattuta ormai da parecchi anni da parte degli appassionati, tra chi ritiene che si tratti di una "noia" non di poco conto e chi invece ha sempre utilizzato senza troppi problemi i dispositivi coinvolti.

Per chi non lo sapesse, da tempo all'interno della community girano insistenti voci in merito a un bug della MIUI relativo proprio al sensore di prossimità, in grado di non farlo funzionare a dovere. Alcuni utenti affermano di aver riscontrato spesso questo problema, mentre altri possessori di dispositivi Xiaomi, nonché Redmi e POCO, non hanno riscontrato troppe "noie". In ogni caso, la questione è nota e un po' tutti aspettavano ulteriori sviluppi.

Ora sembrano esserci novità, vista la comparsa di un apposito sondaggio sul portale Mi Community. Tuttavia, l'informazione più interessante è quella relativa all'investimento da parte di Xiaomi in tale Minghao Sensing, che si occupa di prodotti MEMS (non è del tutto chiaro se ci siano anche sensori di prossimità nel suo portfolio). Da molti questa mossa della società è stata vista come un passo in avanti verso la soluzione del succitato problema, ma ovviamente staremo a vedere, in quanto nulla è certo per il momento. In ogni caso, stando ad alcune indiscrezioni, il brand avrebbe smesso di effettuare acquisti da Elliptic Labs, il fornitore di sensori di prossimità "virtuali" del recente passato, quindi sembra proprio che si stia muovendo qualcosa.

Aggiornamento ore 18:10 23/08/2021: abbiamo fatto ulteriore chiarezza sulla questione in un apposito approfondimento legato al sensore di prossimità "virtuale" dei dispositivi Xiaomi.

Quanto è interessante?
2
Xiaomi è pronta a risolvere uno dei più grandi problemi dei suoi smartphone?