Yahoo Answers chiude, gli utenti statunitensi lo credono un complotto anti-conservatori

Yahoo Answers chiude, gli utenti statunitensi lo credono un complotto anti-conservatori
di

Yahoo Answers sta per chiudere dopo 16 anni di attività, ma tra gli utenti statunitensi si sta facendo largo una teoria per cui questo provvedimento preso da Verizon sarebbe voluto per zittire i conservatori e sostenitori dell’ex Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, dopo il suo ban da Twitter e altri social network.

Come riportato anche dai colleghi di Ars Technica, nella home page del sito statunitense stanno comparendo moltissime domande puntate a criticare l’attuale Presidente degli Stati Uniti Joe Biden e l’amministrazione dei Democratici, nel tentativo di cercare "la verità sulla degenerazione della sinistra". Tra le nuove discussioni più in voga appaiono, in particolare, le seguenti domande:

  • Puoi indicarmi un altro sito come Yahoo! Answers dove posso postare sulla verità sulla degenerazione della sinistra e sulla rovina degli Stati Uniti?
  • Trump dovrebbe acquistare Yahoo immediatamente per evitare che Answers venga chiuso?
  • La chiusura di Yahoo! Answers significa che ancora una volta abbiamo perso la libertà di parola?
  • Yahoo! Answers sta per zittire i conservatori?
  • Mentre Yahoo! Answers si prepara a chiudere, come faranno i conservatori a trasformare la decisione in un tentativo di censurare solo i conservatori?
  • La nuova piattaforma di social media di Trump ospiterà una sessione di domande e risposte in modo da poter continuare il dialogo? E torneranno i commenti alle notizie?

Curiosamente, un caso analogo è presente anche sul portale italiano di Yahoo! Answers dove un utente anonimo nelle ultime ore ha postato una domanda alquanto simile che potete trovare in calce all’articolo in uno screenshot. Il dubbio rimane quindi in più parti del mondo per tanti utenti e vedrebbe la chiusura della piattaforma come dovuta a un dominio del politically correct e della sinistra, che avrebbero “colto l’attimo” del Covid per agire sulla comunicazione online.

Tra i fatti più eclatanti di questi giorni c’è anche l’enorme data leak di Facebook, il quale ha rimesso online i dati di oltre 500 milioni di utenti tra cui anche numero di telefono e informazioni su Mark Zuckerberg.

Quanto è interessante?
2
Yahoo Answers chiude, gli utenti statunitensi lo credono un complotto anti-conservatori