INFORMAZIONI SCHEDA

Notizie

    Yahoo: 358 Dollari di risarcimento agli utenti vittima della violazione degli account

    1

    notizia14:48, 6 Ottobre 2019

    Yahoo: 358 Dollari di risarcimento agli utenti vittima della violazione degli account

    Nelle ultime ore vari utenti Yahoo che sono stati vittima della massiccia violazione dei dati stanno ricevendo una mail in cui il motore di ricerca li avvisa che è previsto per loro un risarcimento in denaro da 358 Dollari. In molti hanno storto il naso, convinti si trattasse di un tentativi di phishing, ma non è così.

    Un ex ingegnere Yahoo ha violato 6mila account alla ricerca di foto hard
    notizia14:11, 1 Ottobre 2019

    Un ex ingegnere Yahoo ha violato 6mila account alla ricerca di foto hard

    Reyes Daniel Ruiz, 34enne ex ingegnere di Yahoo, si è dichiarato colpevole di aver violato 6mila account della stessa Yahoo con lo scopo di trovare video e foto hard, il tutto avvalendosi degli strumenti messi a disposizione dalla società per cui lavorava. L'ammissione è arrivata davanti alla corte.

    Fine di un'epoca per il mondo della messaggistica: chiude Yahoo Messenger
    notizia08:30, 9 Giugno 2018

    Fine di un'epoca per il mondo della messaggistica: chiude Yahoo Messenger

    I più giovani probabilmente non ne avranno mai sentito parlare, ma chi si è avvicinato ad internet ad inizio degli anni 2000, sicuramente resterà colpito dalla notizia che stiamo per darvi. Yahoo, nell'ambito della riorganizzazione interna che ha messo su negli ultimi mesi, ha annunciato che il 17 Luglio chiuderà in via ufficiale Yahoo Messenger.

    Verizon: nel 2013 sono stati hackerati tutti gli account Yahoo
    notizia10:12, 4 Ottobre 2017

    Verizon: nel 2013 sono stati hackerati tutti gli account Yahoo

    A quanto pare la massiccia violazione di dati che Yahoo si è trovata costretta ad affrontare nel 2013 è stata più grave di quanto previsto inizialmente. Verizon, in una dichiarazione rilasciata per oath.com, infatti, ha annunciato che gli account compromessi sono stati 3 miliardi, ovvero tutti quelli presenti nella piattaforma.

    Yahoo: Verizon pronta a tagliare 2.100 posti di lavoro
    notizia10:47, 12 Giugno 2017

    Yahoo: Verizon pronta a tagliare 2.100 posti di lavoro

    Si avvertono i primi frutti dell’acquisto, da parte di Verizon, di Yahoo. Secondo quanto riferito da alcuni siti, infatti, l’operatore telefonico che ha acquistato il motore di ricerca, sarebbe pronto a tagliare circa 2.100 posti di lavoro.

    Attacco a Yahoo, la Russia si difende: 'accuse fuori dalla realtà'

    2

    notizia14:48, 16 Marzo 2017

    Attacco a Yahoo, la Russia si difende: "accuse fuori dalla realtà"

    Non si è fatta attendere la replica di Mosca alle accuse mosse dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, che nella giornata di ieri ha incriminato due spie russe con l’accusa di aver violato i sistemi di Yahoo e portato alla compromissione di 500 milioni di account.

    Hack di Yahoo: incriminate due spie russe

    1

    notizia12:44, 16 Marzo 2017

    Hack di Yahoo: incriminate due spie russe

    Come ampiamente preannunciato ieri mattina su queste pagine, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha incriminato due spie russe con l’accusa di aver rubato gli account di milioni di utenti Yahoo.

    Hack di Yahoo: pronta l'incriminazione per quattro persone
    notizia11:41, 15 Marzo 2017

    Hack di Yahoo: pronta l'incriminazione per quattro persone

    Secondo quanto riferito da Bloomberg nella giornata di ieri, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti sarebbe pronto ad incriminare quattro persone in relazione agli attacchi hacker a Yahoo che hanno portato alla compromissione di più di un miliardo di account.

    Marissa Mayer si dimetterà da CEO di Yahoo dopo l'acquisizione di Verizon
    notizia12:15, 14 Marzo 2017

    Marissa Mayer si dimetterà da CEO di Yahoo dopo l'acquisizione di Verizon

    In un documento presentato presso gli organi di regolamentazione degli Stati Uniti, Yahoo ha annunciato che l’attuale amministratore delegato Marissa Mayer si dimetterà dal proprio ruolo non appena completata l’acquisizione del motore di ricerca da parte di Verizon.

    Yahoo lancia il bot che organizza gli impegni familiari

    2

    notizia14:01, 7 Marzo 2017

    Yahoo lancia il bot che organizza gli impegni familiari

    Nonostante i numerosi problemi economici, causati principalmente dalla compromissione dei server che hanno portato all’hacking di milioni di account, Yahoo continua ad espandere il proprio portfolio prodotti. La compagnia di Marissa Mayer ha annunciato il lancio di un nuovo chatbot, battezzato Captain.

    Yahoo: l'hacking finisce sotto la lente della SEC
    notizia16:21, 23 Gennaio 2017

    Yahoo: l'hacking finisce sotto la lente della SEC

    Un’altra tegola si abbatte su Yahoo. La società di Marissa Mayer infatti è ufficialmente finita sotto indagine da parte della Securities and Exchange Commission per la mancata divulgazione di notizie riguardanti le massicce violazioni che ha riportato.

    Yahoo si chiamerà 'Altaba', pronte le dimissioni di Marissa Mayer
    notizia12:08, 10 Gennaio 2017

    Yahoo si chiamerà "Altaba", pronte le dimissioni di Marissa Mayer

    Nonostante i dubbi iniziali, Verizon sembra essere pronta a chiudere l’affare per l’acquisto di Yahoo. Tuttavia, rispetto agli accordi iniziali, sono previsti dei cambiamenti importanti, che abbracceranno non solo i quadri dirigenti del motore di ricerca, ma anche il marchio vero e proprio.

    I dati di Yahoo venduti sul dark web per 300.000 Sterline
    notizia15:33, 16 Dicembre 2016

    I dati di Yahoo venduti sul dark web per 300.000 Sterline

    Emergono nuovi dettagli, per certi versi preoccupanti, sull’hack di Yahoo. Secondo quanto emerso sul web, infatti, una serie di hacker dell’Europa dell’Est, definiti “E Group”, avrebbe venduto il database trafugato da Yahoo, contenente i dati di un miliardo di account, almeno tre volte sul deep web a 300.000 Sterline l’una.

    Verizon pronta a rinunciare all'acquisto di Yahoo
    notizia11:33, 16 Dicembre 2016

    Verizon pronta a rinunciare all'acquisto di Yahoo

    Piove sul bagnato per Yahoo. Secondo quanto riportato da Bloomberg, ed ancora non confermato in via ufficiale, Verizon avrebbe messo su un team legale per ridurre il prezzo d’acquisto del motore di ricerca o, addirittura, annullare del tutto l’affare.

    Yahoo invita gli utenti a modificare le password
    notizia14:59, 15 Dicembre 2016

    Yahoo invita gli utenti a modificare le password

    Questa mattina, un nuovo rapporto emerso in rete ha confermato l’ennesima violazione degli account su Yahoo, che a quanto pare avrebbe interessato oltre un miliardo di profili. La società di Marissa Mayer ha anche emesso un avviso di sicurezza in cui invita gli utenti a modificare le password dei loro account.

    Yahoo conferma l'ennesima violazione dei sistemi
    notizia12:19, 15 Dicembre 2016

    Yahoo conferma l'ennesima violazione dei sistemi

    Ancora problemi di sicurezza per Yahoo, a conclusione di un anno che non certo indimenticabile per la società di Marissa Mayer. Il motore di ricerca ha scoperto una nuova violazione dei dati personali degli utenti risalente all’agosto del 2013, che ha permesso ai malviventi di scoprire nomi, email e password di più di un miliardo di utenti.

    Yahoo: risultati finanziari positivi nonostante l’hacking
    notizia11:58, 19 Ottobre 2016

    Yahoo: risultati finanziari positivi nonostante l’hacking

    Yahoo ha annunciato i risultati finanziari del trimestre concluso a settembre, che è coinciso con i molti problemi riscontrati dal motore di ricerca, in primis l’hack che ha colpito almeno 500 milioni di account di posta elettronica nel 2014, che secondo molti avrebbe causato un vero e proprio disastro sul bilancio.

    Yahoo: Verizon pronta a tirarsi indietro, c’è la conferma
    notizia14:38, 14 Ottobre 2016

    Yahoo: Verizon pronta a tirarsi indietro, c’è la conferma

    Quello che negli scorsi giorni sembrava un rumor, ora assume sempre più i contorni della realtà, Un dirigente di Verizon, infatti, ha affermato che la sua società sta seriamente valutando l’ipotesi di tirarsi indietro per l’acquisto di Yahoo, a seguito dello scandalo delle email emerso nelle scorse settimane.

    Yahoo disabilita l’inoltro automatico delle mail
    notizia11:39, 11 Ottobre 2016

    Yahoo disabilita l’inoltro automatico delle mail

    Yahoo, dopo i numerosi scandali delle ultime settimane, sta cercando di ripulire la propria immagine, ma soprattutto sta facendo il possibile per riguadagnare la fiducia dei consumatori. Come riportato dall’Associated Press, infatti, il gigante tecnologico ha temporaneamente disabilitato l’inoltro automatico delle email.

    Nuova grana per Yahoo: la Mayer discriminerebbe i dipendenti maschi
    notizia11:55, 10 Ottobre 2016

    Nuova grana per Yahoo: la Mayer discriminerebbe i dipendenti maschi

    Non sembra trovare pace l’amministratore delegato di Yahoo, Marissa Mayer. nelle ultime settimane, infatti, la dirigente si è trovata al centro della bufera per la questione relativa alla violazione del mezzo miliardo di account ed anche per il presunto programma di sorveglianza messo in atto su ordine del governo.

    Yahoo risponde al 'frainteso' email scanning verso il governo americano
    notizia12:40, 8 Ottobre 2016

    Yahoo risponde al "frainteso" email scanning verso il governo americano

    Che Yahoo non stia passando un periodo favorevole è oramai noto a livello globale. La società non se la passa tanto bene ed è stata accusata di tante "scorrettezze" ultimamente, tanto da far sorgere qualche dubbio anche nel proprio potenziale acquirente, la telco statunitense Verizon.

    Yahoo avrebbe rielaborato lo scanner per i malware per spiare gli utenti
    notizia12:04, 6 Ottobre 2016

    Yahoo avrebbe rielaborato lo scanner per i malware per spiare gli utenti

    A seguito della pubblicazione del rapporto di Reuters, che ha svelato il sistema di sorveglianza messo su da Yahoo su ordine delle agenzie governative degli Stati Uniti, emergono nuovi dettagli a riguardo. Il New York Times, in particolare, ha pubblicato oggi un nuovo articolo per fare luce sulla questione.

    Yahoo avrebbe spiato milioni di mail per conto degli 007 americani
    notizia11:08, 5 Ottobre 2016

    Yahoo avrebbe spiato milioni di mail per conto degli 007 americani

    Da Reuters arriva una vera e propria bomba per Yahoo. Il motore di ricerca, dopo l’hack che ha compromesso mezzo miliardo di account a livello mondiale e che potrebbe aver compromesso definitivamente la vendita a Verizon, si trova di fronte ad un altro caso.

    Yahoo: Marissa Mayer sapeva dell’attacco e ha taciuto con Verizon
    notizia09:56, 26 Settembre 2016

    Yahoo: Marissa Mayer sapeva dell’attacco e ha taciuto con Verizon

    Nel corso del weekend il mondo della tecnologia è stato messo in subbuglio dalla conferma, da parte di Yahoo, dell’attacco hacker che ha portato alla violazione di oltre 500 milioni di account. Attacco di cui, a quanto pare, era perfettamente a conoscenza l’amministratore delegato Marissa Mayer, che non avrebbe detto nulla a Verizon.

    Yahoo: la violazione interessa anche alcuni utenti del Regno Unito?

    4

    notizia16:31, 23 Settembre 2016

    Yahoo: la violazione interessa anche alcuni utenti del Regno Unito?

    Assume sempre più contorni catastrofici la violazione di dati che ha interessato Yahoo e che proprio nella giornata di ieri è stata confermata dalla società americana. Secondo quanto riportato da alcuni siti, tra i 500 milioni di account di posta elettronica ci sarebbero anche alcuni utenti provenienti dal Regno Unito.

    Yahoo conferma: 'violati 500 milioni di account'
    notizia10:14, 23 Settembre 2016

    Yahoo conferma: "violati 500 milioni di account"

    Dopo le indiscrezioni lanciate nella giornata di ieri, è arrivata la doccia fredda per gli utenti di Yahoo. La società di Sunnyvale, infatti, ha confermato quella che può a tutti gli effetti essere definita una delle violazioni di account più gravi ed importanti della storia recente.

    Yahoo pronta a confermare una massiccia violazione di dati
    notizia13:30, 22 Settembre 2016

    Yahoo pronta a confermare una massiccia violazione di dati

    A quanto pare Yahoo sarebbe in procinto di confermare una massiccia violazione di dati, che avrebbe interessato centinaia di milioni di account. Diverse fonti, tra cui Recode, sostengono che si tratta di un hack molto diffuso e grave, ma le informazioni a riguardo sono poche.

    Yahoo chiuderà Messenger il prossimo 5 Agosto
    notizia11:21, 13 Giugno 2016

    Yahoo chiuderà Messenger il prossimo 5 Agosto

    Dopo più di diciotto anni di onorata carriera, nel corso del quale ha aperto le porte ad un mercato poi dominato dai vari Live Messenger, Skype e successivamente da Whatsapp e Telegram, Yahoo è pronta a mandare in pensione il proprio Messenger.

    Yahoo: l'11 Aprile verrà fatta chiarezza sul futuro
    notizia14:46, 29 Marzo 2016

    Yahoo: l'11 Aprile verrà fatta chiarezza sul futuro

    La situazione economica di Yahoo non è delle migliori. Il motore di ricerca non sta attraversando un periodo positivo e gli investitori continuano ad effettuare pressioni sull'amministratore delegato Marissa Mayer.

    Yahoo chiude alcune delle proprie riviste digitali
    notizia10:58, 18 Febbraio 2016

    Yahoo chiude alcune delle proprie riviste digitali

    Yahoo col passare del tempo è diventata una delle prime fonti d'informazione al mondo. Questa reputazione l'ha ottenuta non solo potenziando l'infrastruttura interna, ma anche assumendo giornalisti di prim'ordine, come David Pogue del New York Times.

    Yahoo inizia a tagliare il personale
    notizia14:42, 11 Febbraio 2016

    Yahoo inizia a tagliare il personale

    Come riportato da Reuters, nella giornata di martedì Yahoo ha comunicato che licenzierà 107 dipendenti nella prima ondata di tagli al personale, che porterà alla riduzione di 1.500 posti.

    Yahoo chiude lo streaming hub Screen
    notizia12:05, 5 Gennaio 2016

    Yahoo chiude lo streaming hub Screen

    Yahoo continua a snellire i propri assets societietari. Quest'oggi la società diretta da Marissa Mayer ha annunciato la chiusura del servizio di streaming video Screen.

    Yahoo Mail ora supporta anche Gmail
    notizia10:20, 11 Dicembre 2015

    Yahoo Mail ora supporta anche Gmail

    Due mesi fa Yahoo ha annunciato che il proprio servizio di posta elettronica avrebbe supportato anche account di terze parti, come Hotmail, Outlook ed AOL. Nel momento in cui la funzione è stata lanciata, però, gli utenti hanno trovato una gradita sorpresa.

    Yahoo non vende la sua quota di Alibaba, ma si divide
    notizia10:23, 10 Dicembre 2015

    Yahoo non vende la sua quota di Alibaba, ma si divide

    Negli ultimi giorni c'è stato un gran vociferare intorno al futuro di Yahoo: in molti hanno infatti ipotizzato una possibile vendita di alcuni assets societari al fine di migliorare la situazione economica, ma la decisione del consiglio d'amministrazione è arrivata prima del previsto.

    Yahoo: sempre più probabile la vendita di alcuni assets
    notizia10:58, 9 Dicembre 2015

    Yahoo: sempre più probabile la vendita di alcuni assets

    Qualche giorno fa sul web si era sparsa la notizia secondo cui Yahoo, al fine di migliorare la propria situazione economica, sarebbe pronta a vendere alcuni dei propri assets. Quest'oggi arrivano le prime conferme a riguardo.

    Yahoo svela la nuova piattaforma di messagging
    notizia15:17, 3 Dicembre 2015

    Yahoo svela la nuova piattaforma di messagging

    Yahoo a quanto pare non ha intenzione di abbandonare completamente il proprio client di messaggistica istantanea, Yahoo Messenger, che negli ultimi tempi è stato letteralmente surclassato dalla concorrenza, rappresentata principalmente dal Facebook Messenger e Whatsapp.

    Yahoo pronta a vendere il proprio core business?
    notizia10:47, 2 Dicembre 2015

    Yahoo pronta a vendere il proprio core business?

    Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, la crisi che sta attraversando Yahoo potrebbe spingere la società diretta da Marissa Mayer a mettere in vendita il proprio core business o le sue attività principali, come il servizio news e di posta elettronica.

    Yahoo Mail mette da parte le password
    notizia11:45, 18 Ottobre 2015

    Yahoo Mail mette da parte le password

    Un po' di tempo fa, Yahoo ha iniziato a muoversi in una direzione nuova, eliminando il bisogno delle password per effettuare il login e utilizzando un metodo alternativo, basato sull'invio di un singolo SMS con codice agli utenti. Adesso le cose sembrano aver fatto un passo in avanti, con l'azienda che introdotto il sistema chiamato "Account Key".

    Yahoo: ora è possibile incorporare i tweet nella firma delle email

    1

    notizia10:53, 2 Settembre 2015

    Yahoo: ora è possibile incorporare i tweet nella firma delle email

    Yahoo ha introdotto una nuova funzione nel client ufficiale per la posta elettronica, che consente agli utenti di incorporare nella firma della mail l'ultimo tweet inviato sul social network di micro blogging. Tutto ciò è possibile attraverso le impostazioni dell'account, in cui è stata aggiunta una nuova opzione.

    Yahoo e Neistat lanciano le loro alternative a Snapchat
    video10:56, 20 Luglio 2015

    Yahoo e Neistat lanciano le loro alternative a Snapchat

    Negli ultimi mesi molte società hanno provato ad acquistare Snapchat, il famoso servizio di messaggistica istantanea che è molto popolare tra i teenager, ma nessuna di queste è riuscita a chiudere l'operazione. Ecco perchè le compagnie si stanno attrezzando per sviluppare internamente le possibili alternative al servizio.

    Yahoo inizia a testare gli annunci di ricerca di Google
    notizia15:22, 2 Luglio 2015

    Yahoo inizia a testare gli annunci di ricerca di Google

    Yahoo e Microsoft sono rivali nel mercato dei motori di ricerca, ma nonostante ciò si stanno comunque muovendo per cooperare. Secondo quanto riportato dal New York Times, Yahoo starebbe testando gli annunci di ricerca di Google in un piccolo numero di computer desktop e dispositivi mobili.

    Yahoo è al lavoro sul proprio assistente vocale?
    notizia11:06, 23 Aprile 2015

    Yahoo è al lavoro sul proprio assistente vocale?

    Un nuovo competitor potrebbe presto entrare nel settore degli assistenti vocali, allo scopo di competere con colossi come Google e Microsoft, che con Now e Cortana stanno facendo passi da gigante, senza ovviamente dimenticare Apple con Siri. Nel corso di ua conference call tenuta nella giornata di ieri con gli investitori, l'amministratore delegato di Yahoo, Marissa Mayer (nonché ex dirigente di Google) ha affermato che la società è “particolarmente interessata al settore della telefonia mobile e tutto ciò che vi è intorno”. Il Business Insider oggi ha ripreso la storia ed ha diffuso nuove informazioni sul progetto, che sarebbe noto internamente come Index.

    Yahoo mostra il nuovo login senza password ed una tecnologia di crittografia per le email
    notizia10:16, 16 Marzo 2015

    Yahoo mostra il nuovo login senza password ed una tecnologia di crittografia per le email

    Le password sono destinate lentamente a scomparire, e questa è cosa nota. Un rapporto di sicurezza emerso tempo fa sul web, infatti, ha dimostrato che siamo di fronte ad una tecnologia vecchia e spesso non sicura, che può compromettere la riservatezza ed i dati degli utenti, tanto che molte delle principali aziende del settore tecnologico hanno introdotto l'autenticazione a due fattori, che ad oggi rappresenta il modo più sicuro per proteggere gli account.

    Yahoo acquista BrightRoll per 640 milioni di Dollari
    notizia10:29, 12 Novembre 2014

    Yahoo acquista BrightRoll per 640 milioni di Dollari

    Yahoo ha annunciato l'acquisto di BrightRoll, una famosa piattaforma che si occupa di pubblicità video, per una cifra vicina ai 640 milioni di Dollari. L'acquisizione è stata annunciata dall'amministratrice delegata Marissa Mayer, che ha rinnovato l'impegno della sua società di puntare sul settore del marketing e pubblicità.

    Yahoo: risultati trimestrali da record
    notizia10:05, 23 Ottobre 2014

    Yahoo: risultati trimestrali da record

    E' un trimestre da record quello presentato da Marissa Mayer per la propria compagnia, Yahoo, nelle scorse ore. Gli utili ammontano ad oltre 6.7 miliardi di dollari. Per meglio comprendere tale numero basti pensare agli utili dello stesso periodo (giugno-settembre) dello scorso anno: 360 milioni di dollari. Tuttavia questo record deriva da entrate del tutto speciali, poco ordinarie: la liquidazione di una parte del capitale azionario di Alibaba, società recentemente quotata in borsa e di cui furono acquistate azioni nel 2005 dal fondatore di Yahoo, nonchè l'allora amministratore delegato, Yang. Alibaba ha rappresentato la più grande offerta pubblica di sempre (21 miliardi raccolti al suo esordio a Wall Street) e ciò ha favorito il riempimento delle casse di Yahoo.

    Yahoo: hackerati i server, nessun dato compromesso
    notizia10:27, 8 Ottobre 2014

    Yahoo: hackerati i server, nessun dato compromesso

    Yahoo ha confermato a BBC News che i server del motore di ricerca sono stati compromessi all'inizio di questa settimana, ma ha anche voluto rassicurare i propri utenti circa la sicurezza dei loro dati, che evidentemente non sono stati trafugati da parte dei malviventi. Secondo i ricercatori di sicurezza il tutto sarebbe stato causato dal bug Shellshock, e proprio alcuni esperti del settore avevano avvisato la compagnia circa la vulnerabilità dei sistemi alla falla.

    Yahoo ha acquistato MessageMe
    notizia13:10, 6 Ottobre 2014

    Yahoo ha acquistato MessageMe

    A quanto pare Yahoo ha intenzione di puntare fortemente sul mercato della messaggistica istantanea da mobile. Il motore di ricerca, infatti, nell'attesa di capire se l'affare Snapchat sia fattibile o meno, ha chiuso un altro importante accordo. Gli statunitensi hanno annunciato l'acquisto di MessageMe, una startup che aveva sviluppato un'applicazione simil-Whatsapp che, però, non ha riscosso molto successo da parte degli utenti ed addetti ai lavori.

    Yahoo potrebbe acquistare Snapchat per 20 miliardi di Dollari
    notizia09:34, 6 Ottobre 2014

    Yahoo potrebbe acquistare Snapchat per 20 miliardi di Dollari

    Yahoo sta cercando di ampliare il più possibile il proprio portafoglio di investimenti, e vorrebbe farlo tramite l'acquisto di una società che è stata a lungo rincorsa dalle grandi del settore. Stiamo parlando di Snapchat. Il motore di ricerca diretto da Marissa Mayer, infatti, secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, potrebbe presto avanzare un'offerta di 20 miliardi di Dollari per acquistare il servizio, e non è detto che i dirigenti della controparte rifiutino la proposta.

    Yahoo ha acquistato RayV
    notizia14:23, 14 Luglio 2014

    Yahoo ha acquistato RayV

    Continua a fare incetta di startup Yahoo, il motore dei ricerca diretto da Marissa Mayer che soprattutto negli ultimi mesi ha acquistato molte società allo scopo di migliorare i propri servizi. Oggi arriva la notizia che gli statunitensi hanno acquistato RayV, una società fondata nel 2005 e specializzata nello streaming di filmati in alta definizione su dispositivi portatili come smartphone e tablet. 

    Yahoo ha acquistato Blink
    notizia10:33, 14 Maggio 2014

    Yahoo ha acquistato Blink

    Continua l'acquisto di società da parte di Yahoo. La società diretta da Marissa Mayer ha infatti annunciato di aver rilevato Blink, un'applicazione di messaggistica per iOS ed Android fondata da un ex dipendente di Google. A seguito di questa operazione, i creatori hanno annunciato che l'applicazione non sarà più disponibile in quanto evidentemente le intenzioni del motore di ricerca sono di utilizzare le tecnologia per integrarle nei loro servizi. Yahoo, dal canto suo però non ha rivelato il costo totale dell'operazione.

    Yahoo: Marissa Mayer vorrebbe il proprio motore di ricerca come predefinito su iOS
    notizia10:28, 17 Aprile 2014

    Yahoo: Marissa Mayer vorrebbe il proprio motore di ricerca come predefinito su iOS

    La personalità e il carisma del CEO di Yahoo, Marissa Mayer, sono note a tutti. Ciò che ha in mente questa donna però, potrebbe davvero rappresentare un punto di svolta storico per la propria azienda, qualora andasse in porto. Mayer avrebbe in mente di proporre il proprio motore di ricerca come predefinito sui dispositivi iOS al posto di quello di Google. Il CEO avrebbe già parlato con diversi dirigenti di Cupertino, tra cui John Ive, suo amico e SVP del design dei prodotti della Mela e da fine 2012 responsabile del team iOS.

    Yahoo acquista Vizify
    notizia14:29, 6 Marzo 2014

    Yahoo acquista Vizify

    Continuano le acquisizioni da parte di Yahoo. La società diretta da Marissa Mayer ha infatti annunciato di aver rilevato la startup Vizify per una somma ancora non precisata. Questa società era stata fondata nel 2011 da Todd Silverstein, Eli Tucker e Jeff Cutler Stammm, ma nella nota pubblicata sul sito ufficiale i gestori hanno annunciato che il servizio chiuderà i battenti, ma la transazione sarà graduale: i clienti premium che hanno registrato un dominio tramite Vizify riceveranno delle istruzioni per poter comunque rivendicare la paternità. Da ieri, 5 Marzo 2014, però, non sarà più possibile iscriversi. Maggiori informazioni sono disponibili qui.

    Yahoo interrompe il supporto a Facebook e Google
    notizia11:07, 5 Marzo 2014

    Yahoo interrompe il supporto a Facebook e Google

    A partire da oggi gli utenti di Yahoo non potranno più effettuare il login nei vari servizi utilizzando gli account Facebook o di Google. La società, infatti, sta aggiornando il processo di sign-in al fine di fornire un'esperienza più snella e pratica, permettendo agli iscritti di utilizzare un unico nome utente e password. Nella nota però si legge che l'interruzione del supporto sarà graduale, ma la società non ha specificato le tempistiche.

    Yahoo: organizzato evento Android per il 20 marzo
    notizia12:58, 1 Marzo 2014

    Yahoo: organizzato evento Android per il 20 marzo

    Yahoo è pronta per comunicare novità inerenti il mondo Android. Il 20 marzo prossimo la compagnia di Marissa Mayer terrà un evento nei propri uffici di New York dedicato al robottino verde di cui non sono stati specificati altri dettagli. A pubblicare la notizia sul proprio profilo Google+ è stato Jean-Baptiste Queru, mantainer AOSP di Android.

    Yahoo introduce il servizio per acquistare pubblicità mobile
    notizia09:40, 20 Febbraio 2014

    Yahoo introduce il servizio per acquistare pubblicità mobile

    Yahoo ha introdotto un nuovo servizio che permette alle aziende di acquistare pubblicità per i dispositivi mobili, battezzato Yahoo Gemini. Tramite un post pubblicato sul blog ufficiale della società, alcuni rappresentanti hanno rivelato che all'interno dello stesso è presente uno strumento denominato "Yahoo Ad Manager" che permette agli inserzionisti di acquistare campagne pubblicitarie in maniera semplice ed immediata. Marissa Mayer, l'amministratore delegato della società, sta quindi adottando la stessa strategia di Google e Facebook, che stanno incentrando le proprie fortune sul mercato mobile. Lo dimostra il fatto che Yahoo ha acquistato per 1,1 miliardi di Dollari Tumblr, social network con una forte presenza nel settore del mobile. Jay Rossiter ed Adam Cahan, sempre sul blog hanno annunciato che il servizio faciliterà notevolmente il lavoro degli inserzionisti.

    Yahoo ha acquisito Distill
    notizia10:28, 14 Febbraio 2014

    Yahoo ha acquisito Distill

    Nuova acquisizione per Yahoo, che ha ufficializzato l'acquisto di una nuova startup chiamata Distill. La società diretta da Marissa Mayer, infatti, ha acquisito la società con sede a San Francisco, che sta lavorando su un modo per rendere più facile il reclutamento tecnico con l'associazione di interviste video. I due fondatori dell'azienda, Deng-Kai Chen e Ken MacInnis vantano una notevole esperienza nel settore, avendo lavorato per Tapjoy, StumbleUpon e Google. L'acquisizione sarà effettiva a partire dal 30 Marzo 2014 ma non sono stati rivelati i dettagli economici dell'operazione.

    Yahoo ha acquisito Wander
    notizia21:52, 11 Febbraio 2014

    Yahoo ha acquisito Wander

    Non si ferma l'ondata di acquisizioni di Yahoo. Quest'oggi la start-up con sede a New York, Wander, ha annunciato tramite il proprio blog ufficiale che la società diretta da Marissa Mayer ha completato l'acquisto e che tutti i componenti del team inizieranno a lavorare per il famoso motore di ricerca. Come le altre società acquistate negli ultimi tempi, anche Wander opera nel settore mobile ed è famosa per aver sviluppato l'applicazione Diary, un diario sociale che consente agli utenti di condividere quanto fatto il giorno precedente senza dover aggiornare il proprio profilo ogni ora. Questo buyout è solo l'ultimo di lunga serie di acquisizioni iniziate da quando Marissa Mayer ha preso il controllo dell'azienda. L'app Days, comunque, continuerà ad esistere e non sarà cancellata dai vari store, ma la squadra si concentrerà sui nuovi progetti di Yahoo. I termini finanziari dell'accordo non sono stati resi noti, ma secondo TechCrunch l'affare sarebbe stato chiuso per poco più di 10 milioni di Dollari.

    Yahoo estende la crittografia HTTPS anche a contatti e profili
    notizia11:53, 5 Febbraio 2014

    Yahoo estende la crittografia HTTPS anche a contatti e profili

    Il mese scorso Yahoo ha abilitato la crittografia HTTPS per tutti coloro i quali utilizzano il servizio di posta elettronica, ma ciò non ha impedito agli hacker di entrare nei profili e trafugare informazioni riservate. La società con a capo Marissa Mayer ha però annunciato oggi che il tipo di protezione è stato esteso anche alle API dei contatti e profili. Tutti gli sviluppatori, quindi dovranno cambiare il protocollo d'accesso ad HTTPS entro il 27 Febbraio di quest'anno, ma il nome del dominio resterà comunque social.yahooapis.com. A partire dal 28 Febbraio, Yahoo limiterà tutti gli accessi non protetti e gli utenti potranno accedere solo tramite Yahoo.com.

    Yahoo Mail: ancora problemi di sicurezza, trafugate le password degli utenti
    notizia14:46, 31 Gennaio 2014

    Yahoo Mail: ancora problemi di sicurezza, trafugate le password degli utenti

    Yahoo, tramite il blog ufficiale presente su Tumblr, ha affermato che nella giornata di ieri c'è stato un nuovo tentativo di hacking ai danni degli account registrati sul proprio sito. "Gli attacchi alla nostra sicurezza, purtroppo, stanno diventando un evento regolare. Recentemente abbiamo identificato un tentativo non autorizzato di accedere agli account Yahoo Mail. Al momento della scoperta, abbiamo immediatamente invitato i nostri utenti a reimpostare le loro password" si legge nel post. La società però non ha rivelato quali sono gli account compromessi e cosa è accaduto realmente, ma gli hacker potrebbero aver compilato un database con tutti i dati degli utenti.

    Yahoo chiude Intonow: l'applicazione non può più essere scaricata
    notizia12:49, 29 Gennaio 2014

    Yahoo chiude Intonow: l'applicazione non può più essere scaricata

    A poco più di due anni dall'acquisizione, Yahoo ha deciso di chiudere IntoNow, la famosa applicazione che trasformava gli schermi di tablet, smartphone e dispositivi mobili in schermi aggiuntivi per le televisioni. La società diretta da Marissa Mayer, però, aveva già avvisato tempo fa gli utenti che tutte le funzionalità previste dall'app non sarebbero più state accessibili a partire dal 31 Marzo. Evidentemente però i dirigenti hanno deciso di anticipare il tutto in quanto l'app non è più scaricabile dall'App Store di iTunes e dal Play Store. Come annunciato però da Adam Cahan, coloro che hanno effettuato il download negli scorsi mesi potranno comunque continuare ad utilizzare IntoNow fino al 31 Marzo.

    Yahoo annuncia i risultati finanziari del Q4 2013
    notizia09:34, 29 Gennaio 2014

    Yahoo annuncia i risultati finanziari del Q4 2013

    Sulla scia delle altre aziende, anche Yahoo ha annunciato i risultati finanziari relativi al Q4 2013. Nel corso del periodo in questione l'azienda ha fatto registrare un fatturato di 1,27 miliardi di Dollari ed i ricavi, a cui sono stati sottratti i costi sostenuti per l'acquisizione di altre aziende, sono stati di 1,2 miliardi. Diminuiscono invece del 6% le vendite, ma il guadagno per azione è aumentato del 31%. L'utile netto invece è stato di 590 milioni di Dollari, in crescita del 4% su base annua, mentre i ricavi si attestano intorno ai 4,7 miliardi di Dollari, in calo del 6%. Diminuiscono anche gli introiti generati dal settore pubblicitario, che hanno fruttato 491 milioni di Dollari contro i 590 milioni del Q4 2012, ma cresce dell'8% il settore della ricerca.

    Yahoo: nel mirino c'è Tomfoolery
    notizia10:50, 28 Gennaio 2014

    Yahoo: nel mirino c'è Tomfoolery

    Yahoo potrebbe presto chiudere una nuova acquisizione. Secondo quanto riferito dal Wall Street Journal, il famoso motore di ricerca avrebbe messo nel mirino Tomfoolery, una società che sviluppa applicazioni per il settore enterprise. Le due parti starebbero già trattando e l'accordo potrebbe chiudersi per una cifra vicina ai 16 milioni di Dollari. La punta di diamante di Toomfoolery è Anchor, un social network mobile che permette alle società di organizzare il lavoro di squadra. La fonte della famosa testata americana ha però affermato che Anchor non dovrebbe chiudere i battenti, anche ad acquisto avvenuto.

    Yahoo: in cima nella lista dei siti web più visitati degli Stati Uniti da desktop
    notizia10:16, 21 Gennaio 2014

    Yahoo: in cima nella lista dei siti web più visitati degli Stati Uniti da desktop

    Sebbene i guadagni non siano minimamente paragonabili a quelli di Google, Yahoo sembra essere il sito web più visitato degli Stati Uniti, almeno secondo gli studi effettuati da ComScore. Nel solo mese di dicembre, infatti, Yahoo ed i servizi collegati hanno generato ben 195 milioni di visitatori unici da desktop, un numero superiore a Facebook, Google ed i servizi targati Microsoft. ComScore ha diffuso la classifica completa dei siti più visitati, ma tali numeri non includono il traffico da smartphone e tablet, bensì solo quello generato dai PC desktop. Al secondo posto, poco distante da Yahoo, c'è Google, a quota 192 mila visitatori, mentre la sorpresa è data da Facebook, solo quarto. I dati completi sono disponibili dopo il salto.

    Yahoo: il COO lascia la compagnia
    notizia09:24, 16 Gennaio 2014

    Yahoo: il COO lascia la compagnia

    Il COO di Yahoo, Enrique De Castro, ha lasciato la società dopo poco più di un anno di lavoro. L'azienda diretta da Marissa Mayer non ha spiegato le ragioni di questa scelta, ma secondo alcuni informatori l'allontanamento del dirigente è da imputare al fatto che De Castro, in qualità di COO, non è riuscito a dare un'impronta significativa al settore pubblicitario, i cui ricavi continuano a diminuire di mese in mese, tanto che molti impiegati lo avevano etichettato "Dead Man Walking" in quanto si aspettavano il suo allontanamento da un momento all'altro. Nel comunicato ufficiale diffuso da Yahoo si legge che già da oggi, Giovedì 16 Gennaio 2014, De Castro non sarà più sotto contratto con la società, e "riceverà le indennità di fine rapporto previste dal contratto del 27 Febbraio 2013".

    Nascono Yahoo Food e Yahoo Tech CES 2014
    notizia11:19, 8 Gennaio 2014

    Nascono Yahoo Food e Yahoo Tech

    Direttamente dal CES di Las Vegas, l'amministratore delegato delegato di Yahoo, Marissa Mayer, ha annunciato la nascita di Yahoo Food e Yahoo Tech, due nuove riviste online che andranno ad espandere il portale con nuovi contenuti. I due siti sono stati progettati per la fruizione da tablet e smartphone, ma possono essere consultati anche tramite i computer. L'interfaccia grafica è divisa in blocchi, e su ognuno di questi è presente o una ricetta, come nel caso di Yahoo Food, o una notizia riguardante il mondo della tecnologia. La redazione di Yahoo Tech è formata da una una squadra di esperti del settore, come David Pogue (New York Times, CBS News, NPR), Rob Pegoraro (USA Today, Washington Post), Dan Tynan (Newsweek, Popular Science, Family Circle), Rob Walker (New York Times, Slate), e Deb Amlen (New York Times). Al momento però le riviste online sono disponibili solo in lingua inglese.

    Yahoo passa alla crittografia HTTPS per le Mail CES 2014
    notizia09:53, 8 Gennaio 2014

    Yahoo passa alla crittografia HTTPS per le Mail

    Nel corso della conferenza tenuta al CES, l'amministratore delegato di Yahoo Marissa Mayer ha annunciato che, a seguito dei problemi di sicurezza occorsi a Yahoo Mail negli ultimi giorni, il team che lavora alla sicurezza della casella di posta elettronica ha deciso di abilitare di default la crittografia HTTPS. Tutti gli utenti del servizio, siano essi collegati tramite web, web mobile, app, IMAP, POP o protocolli SMTP, potranno quindi godere a partire da subito del livello di sicurezza aggiuntivo. Il CEO ha inoltre affermato che la cifratura è protetta con i certificati a 2.048 bit e copre tutti gli elementi contenuti nell'account, tra cui anche i calendari, i contatti e gli allegati.

    Yahoo ha acquistato Aviate CES 2014
    notizia09:21, 8 Gennaio 2014

    Yahoo ha acquistato Aviate

    Dopo aver catturato l'attenzione di molti utenti, che lo hanno scelto come launcher preferito per Android, Aviate a quanto pare è piaciuto molto anche ai dirigenti di Yahoo. L'amministratrice delegata della società, Marissa Mayer, nel corso del keynote tenuto al CES ha annunciato l'acquisto di Avate, un launcher per il sistema operativo mobile di Google molto interessante che, dopo aver rilevato la posizione e le abitudini quotidiane degli utenti, contestualizzava in automatico la homescreen con widget e collegamenti ad applicazioni.

    Yahoo, malware dal sito nell'ultima settimana: la scoperta di due aziende olandesi
    notizia16:54, 7 Gennaio 2014

    Yahoo, malware dal sito nell'ultima settimana: la scoperta di due aziende olandesi

    Dal 30 dicembre, alcuni malware "travestiti" da banner pubblicitari hanno infettato parte dell'utenza dei siti di Yahoo!. La scoperta arriva da due firme di sicurezza olandese; Fox IT, tramite il proprio blog, ha spiegato che gli hacker in questione hanno sfruttato alcuni buchi di sicurezza di Java, sempre meno sfruttato, per penetrare nei sistemi degli utenti. I tentativi sono stati circa 300.000 all'ora; di questi, il 9%, circa 27.000 all'ora, è stato effettivamente infettato. Negli ultimi giorni, comunque, la situazione è migliorata segnale che Yahoo! in persona sta risolvendo la questione. Un portavoce della compagnia ha infatti commentato: "Abbiamo recentemente identificato un banner ideato per diffondere malware ad alcuni dei nostri utenti. Lo abbiamo immediatamente rimosso e continueremo a monitorare e bloccare ogni pubblicità utilizzata a questo scopo".

    Yahoo lavora su un assistente vocale: acquisita la startup SkyPhrase
    notizia19:28, 2 Dicembre 2013

    Yahoo lavora su un assistente vocale: acquisita la startup SkyPhrase

    SkyPhrase, una startup specializzata sull’elaborazione del linguaggio naturale e, secondo TechCrunch, attualmente al lavoro su una tecnologia in grado di gestire richieste naturali in maniera molto simile a Siri o Wolfram Alpha, è stata acquisita da Yahoo. Si tratta dell’ultima di una lunga fila di acquisizioni attuate da Marissa Mayer e lascia intendere che anche questa compagnia si sta avventurando nel mondo delle richieste “colloquiali” in cui si sono già dilettate aziende come Google e Facebook, oltre che Apple ovviamente.

    Yahoo: l'iPhone è il prodotto tecnologico più cercato del 2013
    notizia11:47, 29 Novembre 2013

    Yahoo: l'iPhone è il prodotto tecnologico più cercato del 2013

    Yahoo ha rilasciato la lista dei termini più cercati sul motore di ricerca nel 2013, divisi per settore. Per quanto riguarda il comparto tecnologico, l'iPhone è risultato essere il prodotto più cercato dell'anno che si sta per concludere: il melafonino Apple, che si è piazzato davanti al Kindle Fire di Amazon ed il Samsung Galaxy, è risultato essere più cliccato anche dell'Xbox One di Microsoft, la nuova console del colosso di Redmond disponibile da qualche giorno anche in Italia.

    Yahoo si impegna a proteggere le informazioni degli utenti contro l'NSA
    notizia17:50, 18 Novembre 2013

    Yahoo si impegna a proteggere le informazioni degli utenti contro l'NSA

    L'amministratore delegato di Yahoo, Marissa Mayer, tramite un post pubblicato sul blog ufficiale della società ha annunciato che l'azienda a partire dal 2014 adotterà delle nuove misure per proteggere i dati degli utenti contro l'NSA. "Come saprete, ci sono state una serie di relazioni nel corso degli ultimi sei mesi secondo cui il governo americano avrebbe segretamente avuto accesso alle informazioni personali degli utenti, tra cui figurano anche quelli di Yahoo. Voglio ribadire ciò che abbiamo detto in passato: Yahoo non ha mai dato accesso ai propri data center sia all'NSA che a qualsiasi agenzia governativa: mai" si legge nella nota.

    Marissa Mayer parlerà del futuro della società al CES 2014
    notizia10:10, 14 Novembre 2013

    Marissa Mayer parlerà del futuro della società al CES 2014

    La Consumer Electronics Association (CEA) ha appena annunciato che Marissa Mayer, CEO di Yahoo, parlerà personalmente ad un keynote durante il CES 2014, precisamente il giorno 7 gennaio. La Mayer ci metterà a conoscenza della sua visione futura dei prodotti, servizi e network pensati dalla sua società. La conferenza del nuovo CEO della compagnia americana sarà la prima tenuta da un dirigente Yahoo da diversi anni a questa parte. Nel 2009 la presenza dell’ex CEO Carol Bartz fu prima confermata e poi cancellata per diversi problemi di organizzazione, poche settimane prima dell’evento tecnologico.

    Yahoo: Marissa Mayer assume David Pogue
    notizia12:49, 22 Ottobre 2013

    Yahoo: Marissa Mayer assume David Pogue

    David Pogue è uno dei giornalisti tech più importanti del panorama statunitense. Firma di punta del New York Times, Pogue è diventato noto nel corso degli anni non solo per propri articoli o recensioni, ma anche per video ironici (come quello che potete vedere in calce) su prodotti legati alla tecnologia. Una delle sue pietre miliari inoltre, rimane la collana di libri "The Missing Manual" dedicati al mondo Mac e ai computer in generale. Ebbene, Pogue non scriverà più per lo storico giornale a stelle e strisce, bensì farà parte del team di Marissa Mayer in Yahoo. In particolare l'esuberante giornalista pubblicherà articoli e filmati sui nuovi gadget e sulla tecnologia in generale sul portale online.

    Yahoo: Mail completamente rinnovata, sia in versione app che web
    notizia11:25, 9 Ottobre 2013

    Yahoo: Mail completamente rinnovata, sia in versione app che web

    La nuova gestione Mayer continua a dare i suoi frutti per Yahoo. L'opera di rinnovamento iniziata da circa un anno dal nuovo CEO della compagnia americana ha questa volta interessato Yahoo Mail, il servizio di posta elettronica da sempre molto utilizzato dall'utenza mondiale. In occasione del suo sedicesimo anniversario dalla nascita, sono state introdotte novità grafiche e non. Gli utenti avranno ora a disposizione ben 1TB per le proprie mail e i propri allegati e documenti. A livello estetico il tutto appare molto più curato, è possibile scegliere anche il tema preferito da Flickr e il tutto si sincronizzerà tra i vari dispositivi posseduti, mentre l'app per iOS ora si allinea decisamente con i canoni estetici del nuovo sistema operativo mobile della Mela.

    Yahoo mostra il suo nuovo logo
    notizia12:21, 5 Settembre 2013

    Yahoo mostra il suo nuovo logo

    Yahoo ha finalmente un nuovo logo. Dopo averlo cambiato provvisoriamente ogni giorno per un mese intero, l'azienda americana ha deciso quale sarà quello fisso. Il CEO, Marissa Mayer, si è sforzato tantissimo per rinfrescare l'immagine della compagnia attraverso strategie visuali di alto livello, tra cui la questione logo, che ha mantenuto comunque il solito colore viola e il punto esclamativo. Anche altri colossi del settore tech, come Microsoft, Ebay e Motorola hanno agito sul proprio logo modificandolo e rendendolo più moderno. Addirittura c'è chi ha dedicato un logo diverso solo per le applicazioni mobili, come YouTube. Godetevi il filmato in calce, pubblicato da Yahoo, che mostra la genesi del nuovo simbolo dell'azienda.

    Yahoo: ricevute 13.000 richieste dal governo americano
    notizia15:12, 18 Giugno 2013

    Yahoo: ricevute 13.000 richieste dal governo americano

    Dopo le precisazioni di Apple e Microsoft, anche Yahoo ha voluto fare chiarezza sulla questione PRISM-NSA. Il motore di ricerca ha infatti rivelato che tra il 1 dicembre 2012 e il 31 maggio 2013 ha ricevuto, da parte del governo degli Stati Uniti d'America, tra le 12.000 e le 13.000 richieste di dati personali degli utenti, la maggior parte delle quali riguardavano frodi, omicidi, rapimenti ed altre indagini penali. In un post pubblicato sul blog ufficiale, Marissa Mayer e Ron Bell hanno chiesto al governo federale di riconsiderare la propria posizione a riguardo ed hanno annunciato che entro la fine dell'estate sarà pubblicato "un rapporto globale riguardante l'applicazione della legge sulla trasparenza".

    Nel mirino delle acquisizioni di Yahoo! c’è anche Hulu
    notizia11:46, 27 Maggio 2013

    Nel mirino delle acquisizioni di Yahoo! c’è anche Hulu

    Secondo quanto riportato da AllThingD, Yahoo! starebbe già vagliando la possibilità di effettuare una nuova acquisizione, dopo aver già concluso l’importante accordo, la scorsa settimana, con Tumblr, con un esborso di circa 1,1 miliardi di dollari. La società di Sunnyvale avrebbe già avanzato un’offerta per il noto servizio di web-TV Hulu: il valore della cifra proposta non è noto, ma sembra possa essere compresa tra i 600 e gli 800 milioni di dollari. Hulu è al momento nelle mani di News Corporation, Disney e Comcast, nonché risulta essere corteggiato da altre realtà di grosso calibro, tra cui figurano: Time Warner Cable, DirectTV e KKR.

    Yahoo: è ufficiale l'acquisto di Tumblr
    notizia11:02, 20 Maggio 2013

    Yahoo: è ufficiale l'acquisto di Tumblr

    L'indiscrezione di un possibile acquisto di Tumblr, il noto social network molto in voga tra i giovanissimi, da parte di Yahoo era trapelata in questi giorni in maniera molto forte. Dal Wall Street Journal arriva quest'oggi la conferma ufficiale: l'acquisizione è avvenuta per 1,1 miliardi di dollari. Un gran bel colpo da parte di Marissa Mayer, che sembra aver dato un'impronta ben precisa ad una delle più importanti compagnie informatiche a livello mondiale. Il CEO di Tumblr, David Karp, è molto entusiasta di questa nuova avventura, anche perchè l'operazione è stata votata all'unanimità da entrambi i consigli d'amministrazione. Per Yahoo si tratta di un'ottima occasione per far diffondere i propri servizi informatici il più possibile, grazie al bacino d'utenza che porta in dote Tumblr, pari a circa 200 milioni di utenti.

    Yahoo: occhi su Tumblr, acquisizione per 1 miliardo di Dollari?

    1

    notizia11:32, 17 Maggio 2013

    Yahoo: occhi su Tumblr, acquisizione per 1 miliardo di Dollari?

    Secondo quanto riportato da AllThingsD, e ripreso anche da Adweek, Yahoo starebbe pensando di acquistare Tumblr per una cifra vicina al miliardo di Dollari. Alla base della scelta ci sarebbe la volontà da parte della società diretta da Marissa Mayer di attirare su di se i più giovani, e proprio il social network in questione fa della fascia d'età che vai dai 18 ai 24 anni il suo punto forte. Negli ultimi tempi il motore di ricerca è molto attivo sul mercato, avendo acquistato Summly, Astrid, Jybe ed altri, ma si parla anche di Hulu visto che la trattativa per rilevare Dailymotion non è andata a buon fine.

    Yahoo ha acquistato GoPollGo
    notizia11:23, 10 Maggio 2013

    Yahoo ha acquistato GoPollGo

    Yahoo ha annunciato l'acquisizione di GoPollGo, una società specializzata in sondaggi online nata solo tre anni fa che ora entrerà a far parte del gruppo di Marissa Mayer. Alla base dell'operazione ci sarebbe il forte impatto che GoPollGo ha avuto sul mobile, una caratteristica che si sposa a pieno con le ambizioni di Yahoo che negli ultimi tempi sta puntando molto sul settore in questione. I californiani, inoltre hanno anche acquistato MileWise e Astrid, ma secondo le ultime voci di corridoio l'obiettivo sarebbe Hulu.

    Yahoo: colloqui con Hulu, acquisizione vicina?
    notizia11:14, 8 Maggio 2013

    Yahoo: colloqui con Hulu, acquisizione vicina?

    Secondo quanto riportato da AllThingsD, negli scorsi giorni l'amministratore delegato di Yahoo, Marissa Mayer, avrebbe incontrato i dirigenti di Hulu per parlare di un'eventuale acquisizione. Non si tratta di una novità in quanto già nel mese di aprile la società era vicina a rilevare una quota di Dailymotion per una somma vicina ai 200 milioni di Dollari, ma l'operazione fu bloccata dal governo francese. Al momento le trattative sono nelle fasi iniziali e secondo lo stesso sito la dirigente ancora non avrebbe nemmeno formulato un'offerta ufficiale. Hulu tuttavia è conteso anche da altre società, tra cui News Corp ed Amazon.

    Yahoo: la nuova app per Android integra Summly
    notizia11:42, 30 Aprile 2013

    Yahoo: la nuova app per Android integra Summly

    La scorsa settimana Yahoo ha rilasciato la nuova versione dell'app ufficiale di iOS, che integra il servizio acquisito di recente, Summly, in grado di sintetizzare le news in 400 caratteri. Come notato da Android Police, l'applicazione ha raggiunto da oggi anche Android e non porta alcuna novità di rilievo rispetto alla controparte: è stata migliorata la ricerca che ora include anche immagini e video, la condivisione su Facebook e Twitter e, come citato precedentemente, il flusso visivo delle notizie.

    Yahoo cessa il servizio di posta elettronica in Cina
    notizia12:49, 19 Aprile 2013

    Yahoo cessa il servizio di posta elettronica in Cina

    In un annuncio arrivato a sorpresa nella giornata di ieri, Yahoo Cina ha informato gli utenti che a partire dal 19 agosto il servizio di posta elettronica non sarà più attivo. Tuttavia coloro che si registreranno ad Alibaba conserveranno i dati e le email inviate al vecchio account @yahoo saranno reindirizzate sul nuovo profilo fino al 31 dicembre 2014, dopo di che questo sarà indipendente.

    Yahoo acquista l'app di un diciottenne: è nato un nuovo milionario

    4

    notizia14:53, 26 Marzo 2013

    Yahoo acquista l'app di un diciottenne: è nato un nuovo milionario

    Da quando Apple ha aperto il proprio ecosistema alle app di terze parti, sono molte le persone e le software house ad aver investito nel settore delle applicazioni mobili e, conseguentemente, ad aver migliorato la propria esistenza. Nonostante spesso si dica che non è facile far soldi con lo sviluppo di app, di qualunque piattaforma si tratti, a volte capita di vedere giovani developer o startup emergenti guadagnare somme milionarie per un colpo di genio. E' il caso del diciottenne inglese Nick D'Aloisio, balzato agli onori della cronaca da poche ore a causa dell'acquisizione della sua applicazione/startup Summly da parte di Yahoo per 30 o 50 milioni di dollari (le cifre non sono state diramate ufficialmente). Fatto sta che il buon D'Aloisio, grazie alla sua inventiva, ha realizzato un progetto che lo ha fatto divenire milionario, oltre che dipendente di Yahoo per cui lavorerà standosene nelle sua bella Londra.

    Yahoo acquista una quota di Dailymotion?
    notizia10:55, 20 Marzo 2013

    Yahoo acquista una quota di Dailymotion?

    Potrebbero presto esserci delle interessanti novità per quanto riguarda Dailymotion. Yahoo, infatti, sarebbe intenzionata ad acquistare una quota di maggioranza della famosa piattaforma di condivisione video. Secondo il Wall Street Journal la società diretta da Marissa Mayer potrebbe presto rilevare addirittura il 75% delle azioni, ma nonostante i fitti colloqui l'accordo sembra ancora molto lontano in quanto le due parti non si troverebbero d'accordo sull'effettivo valore del sito, stimato intorno ai 300 milioni di Dollari. L'acquisizione rappresenterebbe un buon colpo per l'attuale CEO e per la società in generale, che rafforzerebbe ulteriormente la propria posizione.

    Yahoo: criticate le pratiche d'assunzione di Marissa Mayer
    notizia11:43, 12 Marzo 2013

    Yahoo: criticate le pratiche d'assunzione di Marissa Mayer

    Yahoo si sta lasciando sfuggire i migliori talenti per colpa dell'amministratore delegato? Per Reuters si. Secondo l'agenzia di stampa più famosa al mondo qualche settimane fa Marissa Mayer è stata al centro di molte critiche nel corso di una riunione, in cui si è parlato delle sue pratiche d'assunzione, definite da alcuni dirigenti "troppo dure ed esigenti". Alcuni consiglieri non hanno perdonato al CEO il fatto che la società si sia lasciata sfuggire alcuni talenti che avrebbero fatto il bene di Yahoo in quanto non avevano conseguito lauree nelle migliori università. Secondo un dipendente anonimo, che era presente alla riunione, la Mayer ha respinto le accuse a lei rivolte.

    Yahoo svela una nuova homepage in USA con feed per le news e collegamenti ai social network
    notizia14:10, 20 Febbraio 2013

    Yahoo svela una nuova homepage in USA con feed per le news e collegamenti ai social network

    Yahoo ha pubblicato online la sua nuova homepage per gli utenti USA. Tale cambiamento è stato fortemente voluto dal CEO Marissa Mayer per dimostrare che la sua compagnia può ritornare ai fasti di un tempo. Mayer ha annunciato la novità in un post su Twitter, scrivendo che la nuova "landing page" è stata realizzata cercando di puntare su una maggiore intuitività e personalizzazione. Le novità introdotte sono state testate da alcuni utenti selezionati a partire da gennaio e saranno disponibili per tutti gli utenti americani nel giro di pochi giorni.

    Trimestre in crescita per Yahoo!
    notizia12:45, 30 Gennaio 2013

    Trimestre in crescita per Yahoo!

    Dopo vari trimestri tutt’altro che positivi, Yahoo riesce a far registrare risultati soddisfacenti: la società ha pubblicato i risultati finanziari relativi al quarto trimestre fiscale che mettono in mostra un fatturato di 1,35 miliardi di dollari(1,22 esclusi i costi per le acquisizioni), con un utile netto di 272,27 milioni di dollari, ovvero 32 centesimi per azione. Trattasi del primo trimestre completo nel quale il nuovo CEO, Marissa Mayer, ha potuto operare, successivamente alla sua nomina, avvenuta nello scorso mese di luglio, dopo il turbolento periodo, durato circa un anno, che ha visto l’avvicendamento alla guida dell’azienda di svariate figure che hanno dovuto lasciare, anche dopo pochi mesi, per i motivi che già si conoscono.

    Il CEO di Yahoo parla della strategia mobile della sua azienda
    notizia19:28, 25 Gennaio 2013

    Il CEO di Yahoo parla della strategia mobile della sua azienda

    Yahoo non è certamente nota per propri progetti nel settore mobile e Marissa Mayer, CEO dell'azienda americana, lo sa bene. Ecco perchè pensa che la chiave per dei risultati positivi in questo settore sia la partnership con altre società. Nella sua prima intervista televisiva concessa da quando è CEO, in particolare a Bloomberg Tv durante l'annuale meeting World Economic Forum tenutosi a Davos, in Svizzera, Mayer ha parlato della strategia mobile che pensa di attuare, della cultura aziendale e del futuro della tecnologia:"Visto che non produciamo hardware mobile, un sistema operativo mobile, un browser o un social network, come faremo a competere in questo settore? Diventando partner dei principali protagonisti del momento. Ci stiamo focalizzando su questo". Mayer ha detto che Yahoo sta lavorando attualmente con Apple e Google in termini di sistema operativo, il che significa che probabilmente sono in lavorazione app per iOS e Android:"La cosa bella della nostra azienda, è che disponiamo di tutto ciò che gli utenti vogliono sul proprio smartphone, e ciò porta non solo grande valore all'esperienza quotidiana, ma anche un grosso business". Le partnership continuano con Facebook, con cui sono stati effettuati nuovi accordi cross-licensing e collaborazioni pubblicitarie.

    Marissa Mayer vestita da Y di Yahoo per pegno!

    2

    notizia11:18, 24 Dicembre 2012

    Marissa Mayer vestita da Y di Yahoo per pegno!

    Il viola non è mai stato un colore adatto e benaugurante nell'ambito dello spettacolo. In ambito tecnologico però, sembra proprio l'inverso. Per festeggiare il raggiungimento del 92% di partecipazione all'annuale sondaggio tra i dipendenti di Yahoo, Marissa Mayer, CEO dell'azienda americana, ha dovuto mantenere una promessa fatta tempo addietro. Ha permesso cioè ai propri dipendenti di votare ciò che avesse dovuto fare, di particolare, nella giornata di venerdì. La loro scelta? Parrucca viola, vestito viola da Y di Yahoo e foto in compagnia di dipendenti e.. una mucca viola! Se non ci credete, guardate la foto in calce alla news.

    Yahoo rilascia un nuovo client mail per iOS, Android, Windows 8 e web
    notizia15:26, 11 Dicembre 2012

    Yahoo rilascia un nuovo client mail per iOS, Android, Windows 8 e web

    Yahoo non è più il gigante di internet quale era diverso tempo fa, ma milioni di persone ancora usano i suoi servizi mail e saranno contenti di vedere che la loro esperienza online sarà migliorata grazie ad un aggiornamento rilasciato per il web client di Yahoo Mail e alla nuova app per iOS, Android e Windows 8. Il nuovo CEO dell'azienda, Marissa Mayer, ha introdotto personalmente tali modifiche tramite post sul blog della società, nella giornata odierna; la Mayer sostiene che il nuovo client di posta elettronica minimizza gli elementi di distrazione e rende più veloci i servizi chiave. La nuova esperienza potrà essere provata dagli utenti Yahoo nei prossimi giorni, mentre le applicazioni per iOS e Windows 8 sono già disponibili nei rispettivi store ufficiali, a differenza di quella Android che ancora non è comparsa in Google Play.

    Yahoo acquista OnTheAir per i servizi di Video Chat
    notizia17:12, 5 Dicembre 2012

    Yahoo acquista OnTheAir per i servizi di Video Chat

    Yahoo ha acquisito la startup OnTheAir, specializzata in video chat, ad un prezzo sconosciuto. OnTheAir è un servizio per la trasmissione di video live in streaming lanciato a marzo. Si tratta di un servizio simile a Google Hangouts o a quello lanciato da YY.com, azienda cinese che ha recentemente pubblicato online il proprio prodotto. Le cinque persone del team di OnTheAir si uniranno al team mobile di Yahoo; Adam Cahan, senior vice president dei prodotti emergenti e della tecnologia di Yahoo ha detto:"Assumere gli ideatori e gli ingegneri dei più interessanti prodotti mobile della scena mondiale è fondamentale per noi per andare avanti nel nostro progetto di rinascita. Abel, Dan, Erik, Josh e Mike saranno un valore aggiunto per Yahoo e non vediamo l'ora di lavorare con loro per creare la migliore esperienza mobile possibile per i nostri utenti". Nel mese di ottobre, l'azienda del nuovo Ceo Melissa Mayer aveva acquisito un'altra startup, la prima della nuova gestione, Stamped.

    Multa messicana da 2,7 miliardi di dollari per Yahoo

    1

    notizia13:30, 1 Dicembre 2012

    Multa messicana da 2,7 miliardi di dollari per Yahoo

    Dopo i numerosi problemi che il portale ha dovuto affrontare nei mesi scorso, Yahoo si trova a dover fronteggiare un altro grave problema, a causa del mancato rispetto di un accordo siglato nel 2003 con Ideas Interactivas per la pubblicazione di un servizio di pagine gialle. Il colosso dovrà versare un risarcimento alla società pari a 2,7 miliardi di dollari: circa dieci anni fa, Yahoo e Ideas Interactivas avviarono una partnership che prevedeva, almeno sulla carta, la produzione di un servizio a disposizione della cittadinanza messicana per la consultazione di un elenco telefonico legato alle attività commerciali a livello locale, e di tale servizio avrebbero dovuto essere disponibili due versioni, una online e la controparte cartacea, entrambe condite da informazioni aggiuntive quali mappe, promozioni, indirizzi ed altro. Di tutta questa teoria relativa al progetto, dal 2003 al oggi non si è vista alcuna applicazione pratica, tanto che il dominio acquistato per portare online il servizio risulta essere inattivo, e la distribuzione cartacea non è mai avvenuta.

    Il CEO di Yahoo scredita i BlackBerry
    notizia21:08, 29 Novembre 2012

    Il CEO di Yahoo scredita i BlackBerry

    La sua nomina a CEO di una grossa azienda come Yahoo ha fatto notizia nei mesi scorsi, eppure Marissa Mayer non ha timore di nulla e nessuno e dimostra di avere carattere da vendere. Alla sua prima intervista pubblica da quando ha assunto il nuovo ruolo, la Mayer ha fatto intendere che la sua azienda si sta allontanando dai dispositivi BlackBerry:"Una delle cose veramente importanti per la strategia di Yahoo è guardare al mobile. Molto importante il fatto che i nostri ingegneri, i nostri venditori, tutti i miei dipendenti devono capire che Android, iPhone e Windows 8 stanno dando un contributo importante nel settore mobile. Così abbiamo deciso di passare ad usare tutti uno smartphone". In particolare l'arguta donna ha auspicato ripetutamente che i suoi dipendenti passino da RIM agli "attuali smartphone", declassando dunque i dispositivi dell'azienda canadese rispetto a quelli prodotti da Apple, Samsung e Microsoft. Tutto ciò non sembra davvero essere una buona pubblicità per il prossimo rilascio del nuovo BlackBerry 10.

    Ecco la prima acquisizione di Yahoo sotto Marissa Mayer
    notizia21:27, 25 Ottobre 2012

    Ecco la prima acquisizione di Yahoo sotto Marissa Mayer

    Yahoo ha acquistato la sua prima startup: Stamped, creatrice di un motore per recensioni realizzato da ex colleghi di Google del CEO Marissa Mayer. Stamped, l'omonima applicazione per smartphone lanciata lo scorso novembre, consente agli utenti di consigliare libri, film, ristoranti e altre cose ai propri amici, una sorta di approvazione virtuale. Utilizza una rete sociale simile a Twitter che permette di seguire le raccomandazioni eseguite da amici o celebrità. Secondo Crunchbase, la società aveva raccolto circa 3 milioni di dollari da una serie di investitori, incluso Bain Capital Ventures, Google Ventures e il cantante Justin Bieber. Mashable invece, il primo sito che ha diffuso la notizia dell'acquisizione, sostiene che Mayer ha effettuato quest'operazione esclusivamente per ingaggiare un gruppo di 9 persone (di cui 5 ex dipendenti di Google) dal grande talento.

    notizia22:44, 16 Luglio 2012

    Yahoo assume Marissa Mayer, primo ingegnere donna di Google

    Un dirigente nonché tra le prime 20 figure di Google, per ordine di importanza, ha lasciato la società di Mountain View per trasferirsi alla rivale Yahoo. Marissa Mayer, responsabile di servizi quali Local e Maps, lascerà l'azienda in cui lavora dal 1999 per passare nella nuova società domani. La Mayer, primo ingegnere donna di bigG, dovrà risollevare le sorti di Yahoo che non riesce ad entrare in competizione con i grandi del settore.

    400.000 password di Yahoo pubblicate online
    notizia11:38, 12 Luglio 2012

    400.000 password di Yahoo pubblicate online

    Yahoo! è stato bucato. Secondo quanto riportato da Trusted Sec, alcuni hacker avrebbero pubblicato oltre 400.000 credenziali di accesso. Il gruppo avrebbe sfruttato una falla creata dal servizio Yahoo! Voice che avrebbe permesso di conservare gli username e password in chiaro, senza alcuna crittografia, permettendo questi quindi di pubblicarli e permettere a chiunque di accedere alla posta elettronica di altri utenti. Il numero esatto di password rubate tramite SQL Injection sarebbe di 453.492.

    Problemi di salute dietro alle dimissioni di Scott Thompson
    notizia14:29, 14 Maggio 2012

    Problemi di salute dietro alle dimissioni di Scott Thompson

    L’ormai ex CEO di Yahoo Scott Thompson, ha lasciato il suo ruolo non solo per i problemi, ormai noti, relativi alla sua laurea in informatica mai conseguita, ma soprattutto per problemi di salute. Thompson avrebbe lasciato la sua poltrona a causa di un carcinoma alla ghiandola tiroidea, che lo costringerà ad un percorso di cura che ne avrebbe limitato molto la sua disponibilità professionale; quella che sembrava essere una mendace comunicazione da parte di Yahoo, che giustificava le dimissioni con “motivi personali”, stainvece prendendo credito in queste ore.

    Scott Thompson lascia la guida di Yahoo
    notizia11:43, 14 Maggio 2012

    Scott Thompson lascia la guida di Yahoo

    Continua il caos in casa Yahoo. Nei giorni scorsi abbiamo riportato la notizia che il CEO Scott Thompson aveva presentato al consiglio d'amministrazione della società una laurea mai conseguita. Azione che ha portato il gruppo a riorganizzare l'assetto amministrativo e dirigenziale. Thompson, proveniente da PayPal, è stato infatti messo alle spalle al muro dagli azionisti, guidati da Daniel Loeb, che hanno guidato una rivolta che ha costretto l'ex CEO a rimettere il mandato (secondo alcuni non solo a causa della laurea falsa ma anche per gravi problemi di salute).

    Precipita la situazione per il CEO di Yahoo

    10

    notizia13:42, 5 Maggio 2012

    Precipita la situazione per il CEO di Yahoo

    La situazione attorno a Scott Thompson, attuale CEO di Yahoo, sta precipitando e tutto gira attorno alla sua laurea in informatica mai conseguita, come già riportato su queste pagine. Mentre Thompson aveva ricondotto tutto ad un semplice errore, con il passare delle ore sono emerse alcune prove che metterebbero il CEO con le spalle al muro: la dichiarazione di possesso del titolo, infatti, non sarebbe stata pubblicata solo nella documentazione consegnata a Yahoo, ma sarebbero emerse anche alcune vecchie interviste nelle quali il diretto interessato riferiva spontaneamente di avere in dote il titolo di studio.

    Incredibile Yahoo: il CEO non si è mai laureato

    4

    notizia17:53, 4 Maggio 2012

    Incredibile Yahoo: il CEO non si è mai laureato

    In queste ore c'è grande imbarazzo in casa Yahoo: Scott Thompson, nuovo amministratore delegato del gruppo, ha presentato in consiglio d'amministrazione e all'organismo di controllo simil CONSOB un curriculum in cui veniva indicato un titolo di studio che però non ha mai stato conseguito.

    Yahoo taglia il personale
    notizia12:25, 3 Aprile 2012

    Yahoo taglia il personale

    Inizia ufficialmente l'era Thompson in Yahoo. Il nuovo CEO, che è subentrato a Carol Bartz, ha deliberato un taglio di personale definito da molti “importante” nel corso di questa settimana. Yahoo taglierà soprattutto nell'area asiatica, escludendo però Cina e India. La divisione prodotto, ricerca e marketing sarà quella che subirà il taglio maggiore e secondo le prime stime si parla di diverse migliaia di lavoratori, quattordicimila per la precisione, più mille lavoratori indipendenti. Secondo Sarah Lacy questa è l'unica via per uscire da una crisi più nera che mai per Yahoo.

    E' Scott Thompson il nuovo CEO di Yahoo
    notizia13:19, 5 Gennaio 2012

    E' Scott Thompson il nuovo CEO di Yahoo

    Yahoo ha trovato il suo timoniere: è Scott Thompson, presidente di Paypal. Il nuovo CEO, che avrà il difficile compito di risollevare le sorti della società, inizierà il suo nuovo e prestigioso incarico a partire dal 9 gennaio, anche se l'ufficializzazione è c'è già stata, tramite un comunicato ufficiale del gruppo. «Scott porta in Yahoo la capacità di costruire su solide fondamenta fatte di risorse ed asset esistenti per rilanciare l’innovazione e guidare la crescita, esattamente la formula di cui abbiamo bisogno in Yahoo», sono queste le parole con cui Roy Bostock, il presidente del board di Sunnyvale ha dato il benvenuto al neo CEO.

    Yahoo Hub offre un servizio di messaggistica gratuito verso chiunque, sfida diretta a BBM e Google Messenger

    1

    notizia01:06, 7 Dicembre 2011

    Yahoo Hub offre un servizio di messaggistica gratuito verso chiunque, sfida diretta a BBM e Google Messenger

    Yahoo, evidentemente stanco di essere superato da centinaia di applicazioni per il messaging che si possono trovare sui market per smartphone, ha lanciato un proprio servizio, per dare battaglia a BBM e Google Messenger. La nuova applicazione, chiamata "Hub, è al momento disponibile solo per i dispositivi Android, ma ecco il punto di forza di quest'app: è infatti possibile mandare messaggi a chiunque, e non soltanto ad altri possessori di Hub.

    Il processo di vendita di Yahoo può dirsi aperto
    notizia12:53, 1 Dicembre 2011

    Il processo di vendita di Yahoo può dirsi aperto

    La società di Sunnyvale, stando ad alcune informazioni pubblicate dalla testata Business Insider, avrebbe ricevuto le prime offerte per il tanto discusso passaggio di proprietà e il processo di vendita sembrerebbe essersi aperto. Al momento, le proposte ricevute da Yahoo sarebbero due, messe sul piatto da altrettanti gruppi; tra i due, ce ne sarebbe uno guidato da Silver Lake, nel quale sembrerebbero esserci inclusi anche Andreessen Horowitz e Microsoft.

    Anche Google interessato all'acquisto di Yahoo!
    notizia14:10, 24 Ottobre 2011

    Anche Google interessato all'acquisto di Yahoo!

    Dopo le voci di un nuovo tentativo di acquisizione da parte di Microsoft, il quotidiano statunitense Wall Street Journal ha introdotto un nuovo possibile candidato di peso interessato a rilevare le spoglie di Yahoo: Google. Il motore di ricerca si sarebbe già messo in contatto con alcuni partner per studiare un'eventuale offerta da proporre, ma resterebbero da chiarire ancora numerosi punti legati all'intervento dell'antitrust USA, che già nel 2008 mise i bastoni tra le ruote tra i due gruppi. Google guarda con interesse Yahoo principalmente per l'elevato contenuto editoriale prodotto dal sito, che sarebbe un'ideale sbocco per la piattaforma pubblicitaria di Mountain View, Adsense.

    notizia09:45, 18 Ottobre 2011

    il CTO di Yahoo, Raymie Stata, si dimette

    Raymie Stata si è dimesso come Chief Technology Officer di Yahoo, ma resterà nella compagnia come un imprenditore "in residence". Il sostituto sarà Ash Munshi, come annunciato oggi dalla stessa azienda.

    notizia13:10, 10 Ottobre 2011

    Yahoo dice addio al Giappone

    Stando ad alcune fonti molto vicine alla società di Sunnyvale, i vertici di Yahoo sarebbero intenzionati a cedere il 35% delle quote azionarie dell'asset nipponico del colosso internet, semplificando così il processo di vendita dell'intera società. In vista di una cessione, i dirigenti di Yahoo sembrano quindi essere dell'idea che è meglio tagliare prima i rami secchi e, successivamente, iniziare a valutare le offerte per la vendita, che come abbiamo scritto anche su queste pagine, sicuramente non mancano. Seguiremo da vicino l'evoluzione degli eventi.

    notizia12:47, 3 Ottobre 2011

    Alibaba Group mostra il suo interesse per Yahoo!

    Jack Ma, presidente e CEO di Alibaba Group, una delle più importanti realtà asiatiche in ambito di servizi Internet e del quale Yahoo! detiene il 40%, ha pubblicamente espresso la propria volontà per un'eventuale acquisizione del motore di ricerca. Ecco le parole pronunciate dal CEO: ""Siamo molto interessati a Yahoo. Il nostro gruppo Alibaba è importante per Yahoo e Yahoo è importante per noi. Tutti i compratori seriamente interessati aYahoohanno parlato anche con noi". E' la prima volta che Jack Ma considera così seriamente una possibilità del genere, specificando chiaramento che la sua società sarebbe interessante unicamente all'acquisto completo di Yahoo.

    notizia12:56, 26 Settembre 2011

    Un'email rivelerebbe l'intenzione di Yahoo di vendere la società

    Questa volta Yahoo sembrerebbe essere in vendita, davvero: già nei mesi scorsi, circolavano insistenti voci relative alla possibilità di vendita dell'azienda, ma queste fugaci notizie sono state sempre smentite da vertici. Successivamente al licenziamento di Carol Bartz, qualcosa sembrerebbe essere cambiato e le intenzioni dei dirigenti di Yahoo sarebbero quelle di vendere la società. A confermare tali voci, ci sarebbe una email firmata da Jerry Yang, imprenditore di origini taiwanesi e co-fondatore del gruppo di Sunnyvale.

    notizia19:38, 12 Settembre 2011

    Yahoo potrebbe acquisire AOL per sopravvivere

    Secondo Bloomberg, Yahoo starebbe valutando la possibilità di una fusione con AOL, così da sfruttare i rispettivi punti di forza per recuperare nell'eterna lotta contro Google. Dopo il licenziamento di Bartz, infatti, sembra si siano aperte nuove prospettive di sviluppo per quanto riguarda una partnership tra le due società, e dei colloqui sembrerebbero essere già stati avviati. Di completa novità non si tratterebbe, perchè in realta questa idea era già saltata fuori nel 2010, il tutto fu poi congelato proprio a seguito della nomina di Carol Bartz quale nuovo CEO di Yahoo. Se la fusione andasse in porto, Tim Armstrong di AOL potrebbe diventare il nuovo amministratore delegato che prenderebbe il posto lasciato vacante dalla Bartz.

    notizia12:40, 12 Settembre 2011

    Carol Bartz lascia Yahoo con una cospicua buonuscita

    Come vi abbiamo raccontato qualche giorno fa, i vertici di Yahoo a causa degli scarsi risultati ottenuti durante i 32 mesi passati alla guida della società da parte di Carol Bartz, ha deciso di licenziarla, telefonicamente, sollevandola così dall'incarico di CEO dell'azienda; a pochi giorni di distanza, il Wall Street Journal ha stimanto in una cifra di 14 miliardi di dollari il riconoscimento per il lavoro svolto dalla Bartz.

    notizia13:00, 7 Settembre 2011

    Yahoo lincenzia telefonicamente il proprio CEO

    Con una telefonata dai vertici della società, Yahoo ha sollevato dal proprio incarico la donna manager più pagata al mondo, Carol Bartz. Quest'ultima era approdata nella società nel 2009, con il difficile compito di risollevare l'azienda dalla complessa situazione in cui versava, subentrando a Jerry Yang che, secondo Yahoo, sembrava avere buona parte della colpa. Bartz per risanare il bilancio è stata costretta a massicci tagli che hanno devastato anche l'area tecnologica del portale ma, per le sue mai, è passato anche l'accordo strategico con Microsoft. Nonostante l'impegno dell'ormai ex CEO di Yahoo i risultati ottenuti sono stati modesti, e i vertici hanno così deciso di sollevare Bartz dal suo incarico. Nell'attesa di trovare un successore, la società ha nominato CEO Timothy Morse. I mercati, a conferma del desiderio di cambiamento, hanno preso relativamente bene la notizia, guadagnando ben 6 punti percentuali.

    notizia13.14, 24 Marzo 2011

    Yahoo condannato per aver reso disponibili link a contenuti pirati

    Yahoo è stato decretato colpevole dal tribunale di Roma per aver fornito tramite il proprio motore di ricerca, link che rimandavano a siti web che mettevano a disposizione materiale cinematografico pirata. A scatenare tutto è stato il film "About Elly", che, se ricercato su Yahoo, rimandava a una serie di siti completamente estranei a quello ufficiale della pellicola. A questo punto si può definire storica questa sentenza, dal momento che il giudice ha considerato il motore di ricerca come un vero e proprio soggetto responsabile di ciò che propone agli utenti e non come uno strumento di ricerca link. Ad aggravare ulteriormente la posizione di Yahoo è stata la mancanza di considerazione del motore di ricerca nei confronti delle numerose segnalazione inviate dal gruppo su quanto accaduto.

    notizia18.26, 16 Dicembre 2010

    Yahoo! manderà a casa 600 dipendenti

    In un prossimo futuro, Yahoo ha annunciato che apporterà dei tagli al personale del 4%, ovvero circa 600 unità. A confermare la decisione è stato un portavoce del motore di ricerca, giustificandola in un piano di riduzione dei costi per tentare di aumentare il fatturato, dal momento che, analizzando gli ultimi dati finanziarii, l'azienda sta attraversando un periodo molto difficile con una crescita inferiore al 2%. Ricordiamo che per il motore di ricerca, si tratta del quarto taglio negli ultimi tre anni.