YouTube conferma: rimosso un milione di video su disinformazione COVID-19

YouTube conferma: rimosso un milione di video su disinformazione COVID-19
di

YouTube continua la sua lotta alla disinformazione sul COVID-19 e non solo: dopo il lancio della campagna pro-vaccinazione vista anche in Italia, i gestori della piattaforma di casa Google hanno confermato di avere rimosso oltre un milione di video da febbraio 2020, tutti contenenti informazioni false sulla pandemia e non solo.

A pubblicare questo rapporto è stato il Chief Product Officer di YouTube, Neal Mohan, il quale ha spiegato come Big G e YouTube si siano mossi da inizio 2020 fino a oggi per gestire la disinformazione online senza essere troppo aggressivi: “Un approccio eccessivamente aggressivo nei confronti delle rimozioni avrebbe anche un effetto raggelante sulla libertà di parola. Le rimozioni sono uno strumento contundente e, se utilizzate in modo troppo ampio, possono inviare un messaggio che le idee controverse sono inaccettabili”, ha spiegato tramite il post ufficiale.

Fortunatamente, i dati restano piuttosto positivi: i video rimossi di cui parla Mohan costituiscono solamente lo 0,16/0,18% del totale dei contenuti proposti e vengono tutti cancellati dalla piattaforma in quanto violano le policy “portando direttamente a seri danni nel mondo reale”. Nel post si è discusso non solo dei contenuti sul COVID-19 ma anche quelli relativi alle scorse elezioni presidenziali statunitensi del 2020, occasione in cui moltissimi utenti hanno trovato lo spazio necessario per dire la loro, soprattutto per quanto riguarda la presunta frode elettorale di cui parlava l’ex Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump.ì

Infine, Mohan ha concluso il suo intervento come segue: “Alcuni probabilmente non saranno d'accordo con il nostro approccio e ci chiederanno di eliminare o lasciare ancora più contenuti, ma sono sostenuto dai progressi di questi primi investimenti. I nostri team continuano a lavorare 24 ore su 24 per migliorare i nostri sistemi e continueremo a costruire sul lavoro fondamentale che ci aiuta a combattere la disinformazione. Presto parlerò di più in dettaglio, ma spero che queste prospettive facciano luce su come stiamo pensando alla più ampia sfida della disinformazione su YouTube”.

YouTube ha anche costretto la chiusura di un famoso bot Discord dedicato alla riproduzione di musica.

FONTE: YouTube
Quanto è interessante?
3