YouTube e Spotify hanno un problema: brani e album pubblicati sui profili sbagliati

YouTube e Spotify hanno un problema: brani e album pubblicati sui profili sbagliati
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Rapper che pubblicano brani di genere blues, batteristi che diventano cantanti K-pop. Che diamine sta succedendo? Sono diventati di colpo tutti così poliedrici? Ma no, semplicemente le maggiori piattaforme di streaming musicale hanno un problema abbastanza importante.

È innegabile il fatto che al giorno d'oggi chiunque possa decidere di pubblicare una canzone o un album sulle principali piattaforme musicali, da YouTube a Spotify. Questa "apertura" ha molti aspetti positivi, dato che permette a qualunque persona di condividere le proprie canzoni. Tuttavia, ha anche dato vita a numerosi artisti, magari sparsi in giro per il globo, che hanno scelto il medesimo pseudonimo. Questo sta creando parecchia confusione a chi deve occuparsi di pubblicare la musica sui vari siti di streaming e anche gli algoritmi stanno facendo fatica ad associare correttamente le canzoni e i brani al proprietario corretto.

Per farvi un esempio concreto, rimanendo in Italia, cercando da dispositivi mobili il popolare rapper nostrano Nayt, YouTube vi consiglierà un album chiamato "Jasmine", realizzato appunto da un artista chiamato "Nayt". Tuttavia, ascoltando i brani contenuti nel disco, si nota subito che c'è qualcosa di strano, tanto che alcuni fan hanno subito commentato con frasi come "ma cos'è sto album?". Approfondendo la questione, abbiamo scoperto che si tratta di un album di genere britpop pubblicato nel 2017 tramite CDBaby, distributore online di musica indipendente. Su YouTube abbiamo anche trovato il canale Nayt Singz con 15 iscritti, che a quanto pare sarebbe del vero proprietario dell'album. Insomma, probabilmente siamo dinanzi a un caso di omonimia. Questa situazione sta però generando migliaia di ascolti all'album dell'artista britpop.

Passando a Spotify, nel profilo verificato dell'artista "Lil' Zane", rapper che ha all'attivo un brano che è stato ascoltato oltre 1 milione di volte, sono iniziate a comparire delle canzoni evidentemente registrate in modo non professionale. È il caso del brano "Alone", che potete ascoltare tramite il player presente qui sotto. Siamo probabilmente dinanzi a un altro caso di omonimia. D'altronde, questo era già successo qualche mese fa, quando una canzone di un 15enne tedesco era stata pubblicata sul profilo Spotify ufficiale del rapper Future.

Insomma, le piattaforme di streaming musicale sembrano avere un bel problema. In ogni caso, come riportato da iMusician Digital, esistono alcuni nomi famosi "bloccati" da questo punto di vista, come Madonna e Lady Gaga. Tuttavia, queste misure di sicurezza non sembrano essere adottate al meglio per artisti che non godono di un certo rilievo internazionale.

Quanto è interessante?
5
YouTube e Spotify hanno un problema: brani e album pubblicati sui profili sbagliati