YouTube taglia i contenuti originali: sempre meno Originals, si punta su altro

YouTube taglia i contenuti originali: sempre meno Originals, si punta su altro
di

Servizi di streaming come Amazon Prime Video e Netflix hanno fatto dei contenuti originali un importante punto di forza. Certo, anche YouTube dispone di video non disponibili altrove, ma qualcuno di voi si ricorderà del fatto che la piattaforma aveva cercato di andare oltre, mirando alla realizzazione interna di contenuti originali.

Ebbene, stando anche a quanto riportato da The Verge ed Engadget, il focus riposto da YouTube sui cosiddetti Originals è destinato ad affievolirsi. Infatti, il Chief Business Officer di YouTube Robert Kyncl ha condiviso su Twitter un importante aggiornamento relativo alla divisione dedicata a questa tipologia di contenuti. Per farla breve, è stato deciso di mettere da parte alcuni aspetti dell'iniziativa in favore di altri progetti, dal Creator Shorts Fund a Live Shopping, passando per il Black Voices Fund.

Questo non significa che i contenuti Originals verranno totalmente "eliminati", bensì che YouTube non sembra più vederli come "centrali". Tradotto in soldoni: gli investimenti verranno effettuati maggiormente su altri progetti, come quelli citati in precedenza, dunque non aspettatevi grandi produzioni in ambito Originals nel recente futuro. Insomma, la produzione di contenuti interni "ufficiali", che vanno oltre a quelli caricati tutti i giorni dai Content Creator, non sembra più entusiasmare poi così tanto YouTube, se non nell'ambito di iniziative come il Creator Shorts Fund e simili (ma si tratta ovviamente di contenuti diversi).

Per intenderci, verranno supportati economicamente solamente progetti legati a Black Voices Fund e YouTube Kids Fund nell'ambito degli Originals. Un cambio di rotta non di poco conto. Per il resto, le produzioni già annunciate non dovrebbero subire variazioni, ma la direzione intrapresa da YouTube è chiara.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
3
YouTube taglia i contenuti originali: sempre meno Originals, si punta su altro