Le zanzare amplificano l'olfatto per individuare noi povere prede!

Le zanzare amplificano l'olfatto per individuare noi povere prede!
di

Uno studio pubblicato sulla rivista Cell ha scoperto che il fiuto infallibile delle zanzare è dato dai loro neuroni, capaci di percepire non solo l'anidride carbonica ma anche i diversi odori emanati dal nostro corpo.

Dopo aver visto quali colori indossare per tenere lontane le zanzare secondo la scienza, un team di ricercatori guidati dall'americana "Rockefeller University", ha fatto la sensazionale scoperta in modo del tutto inaspettato. Inizialmente infatti, il progetto consisteva nell'osservare come l'odore umano fosse codificato nel cervello delle zanzare.

È da qui che si è intuito che questi insetti sono attratti non solo dall'anidride carbonica espirata dalle persone, ma anche dall'odore del corpo umano. Per capire come questi due segnali possano sommarsi andando a potenziare quindi "l'aggressività" delle zanzare, il gruppo di ricerca ha utilizzato una tecnica di ingegneria genetica definita Crispr. In questo modo è stato possibile marcare mediante proteine fluorescenti, sia i neuroni con recettori per la CO2, sia quelli che avrebbero potuto percepire le molecole odorose del corpo umano.

Dai risultati è emerso che a dispetto di quanto si pensasse, ogni neurone olfattivo si presenta con più classi di recettori e non solo con un tipo, cosa che avviene invece solitamente per tutte le altre specie, compreso l'uomo. Si tratta di una strategia che altro non fa che amplificare la loro capacità nell'individuare una preda e successivamente pungerla.

Non ci resta quindi che continuare a convivere con questi (poco graditi) insetti, rimanendo in attesa del rimedio definitivo per impedire alle zanzare di pungerci. Cercare infatti di contrastare ed ingannare tale abilità è, in realtà, molto più complicato di quanto si pensi.

FONTE: cell
Quanto è interessante?
1