La ZEE potrebbe essere un'ancora di salvezza per la salvaguardia dei nostri mari

La ZEE potrebbe essere un'ancora di salvezza per la salvaguardia dei nostri mari
di

Il cibo che mangiamo, l’aria che respiriamo, il legno ed i metalli per mobili, cellulari e computer sono tutti servizi che la natura ci offre, che noi, purtroppo, stiamo sfruttando e che, prima o poi, finiranno.

Anche la pesca è un servizio prezioso che ci permette di avere, sulle nostre tavole, pesce fresco e buono. Tuttavia anche l’uso eccessivo della pesca è un grosso problema per la biodiversità delle specie marine.

Ma la ricerca di uno studente dell’Università della California Berkeley, Gabriel Englander, ci dimostra come la ZEE (zona economica esclusiva) sia stata fondamentale per una corretta gestione delle aree marine. Ma andiamo con ordine. La ZEE è un area di mare in cui uno Stato ha diritti sovrani per una fascia che, dalla costa, si spinge in mare aperto fino a 200 miglia nautiche.

Le nazioni hanno diritto sull'intera colonna d’acqua, sulle specie marine e su eventuali giacimenti di risorse site nel mare, hanno quindi tutto il vantaggio di preservare queste aree ed impedire la pesca di frodo. Ed è proprio questo il punto dello studio di Gabriel Englander. La creazione di questa zona, secondo la ricerca, è fondamentale per tenere le altre nazioni fuori dalle acque nazionali.

La pesca legale viene, così, protetta ed i controlli contro la pesca non autorizzata scoraggiano tutti i pescatori di frodo. Prima dell’istituzione della ZEE le nazioni avevano diritti solamente per le prime tre miglia nautiche dalla costa ed il resto degli oceani poteva diventare campo di predazione per chiunque.

Non solo: secondo lo studio il 95% delle catture globali di pesce si verifica all'interno della ZEE.
Insomma, secondo lo studio l’introduzione della ZEE avrebbe favorito la pesca legale e le nazioni, perché ciò va a proprio vantaggio, eseguono controlli all'interno delle loro aree di competenza aiutando, così, a difendere la pesca legale e, in questo modo, preservare la biodiversità. Probabilmente, però, si dovrà fare molto di più in futuro.

FONTE: Phys Org
Quanto è interessante?
4