Zoom corregge il tiro ed ammette di non avere 300 milioni di utenti attivi

Zoom corregge il tiro ed ammette di non avere 300 milioni di utenti attivi
di

Zoom ha fatto registrare nelle ultime settimane un numero crescente di iscritti e nella giornata del 24 aprile per celebrare questo importante traguardo ha deciso di pubblicare un post sui social. Nelle ultime ore ha ammesso di non aver raggiunto i 300 milioni di utenti attivi al giorno.

The Verge ha deciso di contattare Zoom per ricevere un commento a riguardo. La società ha così rilasciato una nuova dichiarazione:

“Siamo orgogliosi di poter consentire ad oltre 300 milioni di persone di partecipare alle riunioni quotidiane e permettere loro di rimanere in contatto durante questa pandemia. Nel post pubblicato in precedenza abbiamo fatto confusione tra utenti attivi e partecipanti. Quando ci siamo resi conto dell’errore, abbiamo modificato il post. Si tratta di una svista importante e di questo chiediamo scusa".

Zoom, in seguito, ha deciso di modificare il post così: "300 milioni di persone partecipano giornalmente alle riunioni svolte su Zoom".

La differenza tra un utente attivo giornalmente (DAU) ed un semplice "partecipante alla riunione" è significativa. I partecipanti alle riunioni possono essere conteggiati più di una volta. Se per esempio, nella stessa giornata, un utente si trova a dover presenziare a cinque riunioni, sarà conteggiato tutte e cinque le volte. Al contrario, un utente DAU riceve un conteggio singolo, spesso utilizzato dalle aziende per misurare il livello di utilizzo del servizio. Nel primo caso, non viene fornito un dato reale in quanto i numeri sono estremamente pompati e lontani dalla realtà.

La crescita di Zoom è stata comunque impressionante ma la società non ha fornito un conteggio reale degli utenti attivi. L'utilizzo della piattaforma è aumentato in maniera smisurata, passando da 10 milioni di partecipanti nel mese di dicembre ai 300 milioni fatti registrare questo mese. Nel frattempo, altre piattaforme come Microsoft Teams e Google Meet, si starebbero avvicinando. Microsoft Teams ha dichiarato di aver raggiunto i 75 milioni di utenti attivi, con un aumento del 70 percento in un mese. E’ riuscita inoltre a far registrare 200 milioni di partecipanti alle riunioni in un singolo giorno.

Google Meet viaggia ad una media di circa 3 milioni di nuovi utenti giornalieri ed è riuscita a raggiungere oltre 100 milioni di partecipanti in un giorno. Dati molto importanti arrivano anche da Cisco che fa registrare un totale di 300 milioni di utenti Webex con oltre 240.000 iscrizioni in 24 ore.

Si tratta di una vera e propria guerra tra le varie piattaforme, dove ognuna cerca di inserire nuovi strumenti e funzionalità in modo di poter attrarre sempre più persone. Ad esempio, Google Meet ha reso il servizio gratuito per tutti gli utenti dotati di un account Google. Facebook ha invece avviato una nuova piattaforma denominata Messenger Rooms ed ha ampliato il numero di partecipanti alle conversazioni WhatsApp. La sfida si fa sempre più agguerrita.

FONTE: THE VERGE
Quanto è interessante?
1