Zuckerberg: "Facebook non vi spia tramite il microfono di PC e smartphone"

di

I sospetti che Facebook e molte applicazioni associate (come Whatsapp ed Instagram) registrino segretamente l'audio degli utenti tramite microfoni allo scopo di indirizzare meglio gli annunci pubblicitari sono presenti sul web da tempo, e fanno anche sorridere dal momento che è altamente improbabile un'azione di questo tipo.

Facebook già due anni fa fu costretta a smentire tutto, ma nel corso dell'udienza tenuta al Senato nella giornata di ieri da parte dell'amministratore delegato Mark Zuckerberg, il giovane CEO è stato costretto a tornare sulla leggenda metropolitana più popolare degli ultimi anni.

"Si o no, Facebook utilizza l'audio ottenuto dai dispositivi mobili per arricchire le informazioni personali degli utenti?" è stata la domanda posta dal senatore Gary Peters, a cui Zuckerberg ha risposto con un secco ed inequivocabile "no".

Poco dopo, il fondatore della piattaforma ha affermato che Facebook ottiene l'accesso ai microfoni solo quando le persone registrano video sui loro dispositivi attraverso le applicazioni, altrimenti non può.

Peters, evidentemente vedendo Zuck stizzito dalla domanda, ha precisato che ha sentito questa teoria da molte persone, compresi i suoi collaboratori. E' a questo punto che Zuckerberg ha fornito maggiori dettagli.

"Senatore, mi permetta di essere chiaro a riguardo. Si sta parlando di una teoria cospirativa secondo cui Facebook ascolterebbe gli utenti attraverso i microfoni dei dispositivi per usare i dati a scopi pubblicitari. Per essere chiari, chiediamo l'autorizzazione di accedere al microfono solo quando questi registrano video. Ed i video hanno l'audio. Credo di essere stato abbastanza chiaro" è la dichiarazione completa.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
5