Andrea Pisani

Redattore
La sua filosofia di vita è imparare continuamente. Adora la tecnologia in modo indiscriminato, soprattutto quella inerente ai suoi studi in elettronica. Musica, cinema e videogiochi sono i suoi compagni di viaggio, ma è l'amore per l'astronomia che lo porta a fantasticare su quello che l'umanità ancora non conosce. Attualmente ambisce ad una carriera da data scientist, con la speranza di creare un'intelligenza artificiale che distrugga l'umanità. Spesso sarcastico.
Le nane rosse sono un pericolo per l'atmosfera degli esopianeti?
notizia15:00, 20 Ottobre 2018

Le nane rosse sono un pericolo per l'atmosfera degli esopianeti?

HAZMAT è una parola che indica una sostanza nociva per l’ambiente e per la vita stessa, abbreviazione di hazardous material, nonché il nome del programma Habitable Zones and M dwarf Activity across Time della NASA, portato avanti grazie al telescopio telescopio Hubble tramite l’osservazione di stelle nane rosse.

La missione ESA verso Mercurio è partita. BepiColombo è nello spazio.
notizia09:50, 20 Ottobre 2018

La missione ESA verso Mercurio è partita. BepiColombo è nello spazio.

Mercurio, il pianeta più vicino al Sole nonché il più piccolo del sistema solare, è un territorio roccioso ancora poco esplorato. Stanotte l'agenzia spaziale europea ESA e quella giapponese JAXA hanno lanciato il satellite artificiale BepiColombo verso il piccolo pianeta roccioso ed il lancio è avvenuto con successo.

L'ESA sta costruendo una struttura terrestre che simula l'ambiente lunare

1

notizia09:15, 20 Ottobre 2018

L'ESA sta costruendo una struttura terrestre che simula l'ambiente lunare

L’agenzia spaziale europea ESA sta per ricreare un’ambiente simile a quello della superficie lunare qui sulla terra, esattamente presso l’Astronaut Centre (EAC) a Cologne, in Germania. La struttura si chiamerà Luna e servirà all’agenzia spaziale europea per sviluppare le future missioni sul vero satellite naturale terrestre.

La terrificante rappresentazione di un incendio secondo The Weather Channel
notizia09:45, 19 Ottobre 2018

La terrificante rappresentazione di un incendio secondo The Weather Channel

Le previsioni meteo fuori dall'Italia sono decisamente più accattivamenti: ognuno può esprimere la sua preferenza verso la visione nostrana più conservativa e quella fornita da The Weather Channel, che ha deciso di impiegare la realtà mista per dare un'idea decisamente più realistica di quello che succederebbe qualora ci fosse un incendio.

Elon Musk vuole usare i suoi soldi per salvare l'umanità e vivere su Marte

8

notizia14:55, 18 Ottobre 2018

Elon Musk vuole usare i suoi soldi per salvare l'umanità e vivere su Marte

Elon Musk continua colpire nel segno con i suoi tweet decisamente unici. In alcuni tweet della scorsa settimana il CEO di Tesla, SpaceX e Neuralink ha risposto ad un'accusa del giornalista Oliver Willis secondo il quale l'unico obiettivo di Tesla è quello di far arricchire Elon Musk e non di diminuire l'impatto climatico sull'atmosfera terrestre.

Countdown per il lancio di BepiColombo, la missione ESA/JAXA verso Mercurio

1

notizia14:50, 17 Ottobre 2018

Countdown per il lancio di BepiColombo, la missione ESA/JAXA verso Mercurio

Manca poco alla partenza della missione dell'agenzia spaziale europea ESA e di quella giapponese JAXA denominata BepiColombo, che poterà una navicella spaziale su Mercurio. Questa partirà dallo spazioporto europeo di Kourou in Guyana Francese nella notte tra venerdì 19 e sabato 20 ottobre alle 03:45.

Centinaia di scienziati stanno decidendo dove atterrerà il Mars Rover 2020
notizia14:00, 17 Ottobre 2018

Centinaia di scienziati stanno decidendo dove atterrerà il Mars Rover 2020

Il successore di Curiosity non ha ancora un luogo di atterraggio. Il Mars Rover 2020 ha bisogno di un punto specifico di Marte dove atterrare e cominciare a svolgere la sua missione di ricerca di indizi di una potenziale vita sul pianeta rosso. Centinaia di scienziati, questo weekend, saranno a Loas Angeles per discutere della meta del robot.

I buchi neri supermassicci non influenzerebbero la formazione delle stelle

1

notizia21:00, 15 Ottobre 2018

I buchi neri supermassicci non influenzerebbero la formazione delle stelle

La maggior parte delle galassie hanno un buco nero supermassiccio al loro centro, ovvero un buco nero la cui massa supera di 1 milione di volte quella del sole. Uno dei grandi misteri di questi oggetti celesti è capire quale sia il loro ruolo nell'evoluzione di una galassia, ovvero come viene influenzata la loro forma dalla massa centrale.

L'ESA condivide la foto di un ammasso di galassie, visibile tramite i raggi-X

1

notizia17:05, 14 Ottobre 2018

L'ESA condivide la foto di un ammasso di galassie, visibile tramite i raggi-X

Quella che trovate in calce alla news è la foto di un ammasso di galassie, gli oggetti massivi che non sono altro che un insieme di galassie di diverse dimensioni, tenute insieme dalla gravità che esercitano l'una verso l'altra. Chiaramente l'attrazione gravitazionale per ora è sufficiente a contrapporsi all'espansione dell'universo.

L'energia oscura dell'universo trova spazio nella teoria delle stringhe?
notizia12:38, 14 Ottobre 2018

L'energia oscura dell'universo trova spazio nella teoria delle stringhe?

Nonostante i diversi campi della fisica continuino la loro evoluzione, esistono ancora delle separazioni nette tra astrofisica e fisica delle particelle che trovano una congiunzione solo in teorie non dimostrate come la teoria delle stringhe. Tuttavia, quest'ultima è stata recentemente messa in discussione perché non amemtterebbe l'energia oscura.

Ancora nessun segnale dal rover Opportunity, dopo la tempesta di sabbia su Marte

5

notizia09:30, 13 Ottobre 2018

Ancora nessun segnale dal rover Opportunity, dopo la tempesta di sabbia su Marte

Ancora nessun segnale da Opportunity, il rover della NASA che dopo la recente tempesta su Marte non ha ancora mostrato alcun segno di vita. La tempesta è iniziata il 30 maggio e l'ultima comunicazione con il rover risale al 10 giugno. Questo è entrato in sleep mode mentre la tempesta avvolgeva il pianeta, bloccando la luce del sole.

Update sulla situazione di Hubble: il telescopio spaziale non è ancora operativo
notizia07:30, 13 Ottobre 2018

Update sulla situazione di Hubble: il telescopio spaziale non è ancora operativo

Il 5 ottobre il malfuzionamento di un giroscopio del telescopio spaziale Hubble ha fatto sì che il famoso orbiter spaziale entrasse in safe mode. Il team della NASA ha dunque deciso di attivare un giroscopio di backup, ma quest'ultimo si è rivelato essere inaffidabile: attualmente è stato formato un gruppo di esperti per risolvere la situazione.

Anche l'osservatorio spaziale Chandra entra in safe mode. La NASA sta investigando

6

notizia18:45, 12 Ottobre 2018

Anche l'osservatorio spaziale Chandra entra in safe mode. La NASA sta investigando

Nella giornata del 10 ottobre l'osservatorio spaziale Chandra è entrato in safe mode, ovvero in una configurazione a basso consumo energetico ed una posizione tale da massimizzare l'energia ricavata dai raggi solari. La NASA attualmente sta investigando le possibili cause che hanno portato il telescopio ad entrare in safe mode.

Stiamo sbagliando il metodo di ricerca della materia oscura? Due scienziati pensano di sì
notizia09:20, 6 Ottobre 2018

Stiamo sbagliando il metodo di ricerca della materia oscura? Due scienziati pensano di sì

La ricerca della vera natura della materia oscura è forse l'enigma più urgente da risolvere per la comunità scientifica che studia le caratteristiche fisiche dell'universo. Tuttavia, fino ad oggi, nessuna delle particelle proposte come candidate di questa materia sconosciuta è stata scoperta e c'è chi propone di diversificare le ricerche.

La sonda spaziale Voyager 2 potrebbe essere vicina allo spazio interstellare
notizia07:30, 6 Ottobre 2018

La sonda spaziale Voyager 2 potrebbe essere vicina allo spazio interstellare

Dopo più di 40 anni di viaggio, iniziato nel lontano 20 agosto del 1977, la sonda Voyager 2 starebbe raggiungendo lo spazio interstellare. Infatti, dopo più di 17,7 miliardi di chilometri dalla terra, ovvero circa 118 AU (1 AU è all'incirca la distanza tra la terra e il Sole), la sonda ha rilevato un incremento nell'intensità dei raggi cosmici.

Gli astronomi non riescono a capire se nelle galassie attive ci sono uno o due buchi neri

1

notizia12:00, 30 Settembre 2018

Gli astronomi non riescono a capire se nelle galassie attive ci sono uno o due buchi neri

Alcuni ricercatori della University of California, Santa Cruz (UCSC), stanno cercando di capire cosa si nasconde dietro i nuclei galattici attivi, le regioni centrali e luminose di molte galassie. Queste hanno al loro interno un buco nero supermassiccio all'interno del quale la materia entra in un moto a spirale (immagine in calce alla news).