Antonio Sabella

Newser Scienza
Vivo di storie e scienza da quando, come pargolo sognante di fronte a "Il pianeta dei dinosauri", desideravo fare il paleontologo, per poi ritrovarmi ad essere un quasi biologo e uno scrittore poetante e stralunato. Lovecraft, Dick e Bukowski sono i miei padri putativi, poiché mi hanno raccontato lo stesso mondo con occhi d'anima diversi. Sfegatato di cinema e adottatore dell'intero corpus dell'opera tolkieniana come mio personale testo sacro, scrivo e leggo dai miei primi vagiti, considerando le storie il veicolo grazie al quale gli esseri umani hanno la possibilità di tendere all'infinito.
Ecco a voi l'impronta digitale del nostro cervello: la mappa che definisce chi siamo
notizia 18:20, 17 Ottobre 2021

Ecco a voi l'impronta digitale del nostro cervello: la mappa che definisce chi siamo

Le capacità del cervello umano, forniteci da milioni di anni di evoluzione, hanno portato la specie umana a raggiungere traguardi straordinari. Ma cosa distingue il cervello di un individuo da quello di un altro? Un recente studio ha individuato la cosiddetta mappa della rete neurale che rappresenta l’“impronta digitale” del nostro cervello.

Perché viene il singhiozzo? Scopriamo l'origine di questo fastidioso fenomeno
notizia 20:41, 16 Ottobre 2021

Perché viene il singhiozzo? Scopriamo l'origine di questo fastidioso fenomeno

Il singhiozzo, all’anagrafe singulto parossistico antiperistaltico, è la contrazione involontaria e spasmodica del diaframma, con relativa chiusura della glottide e produzione del caratteristico “hic”. Tutti abbiamo sperimentato questo seccante fenomeno, ideando i rimedi più bizzarri per farlo sparire. Ma perché viene il singhiozzo? A cosa serve?

Super rigenerazione mai vista nei rettili in milioni di anni: migliorerà la salute umana?
notizia 20:00, 15 Ottobre 2021

Super rigenerazione mai vista nei rettili in milioni di anni: migliorerà la salute umana?

La rigenerazione della coda delle lucertole avviene in seguito all’autotomia della stessa per fuggire dai pericoli. È possibile grazie all'azione delle cellule staminali dei rettili, che li rendono capaci di rigenerarsi. Il processo forma strutture non ottimali, ma un team di ricerca ha scoperto come indurre una super rigenerazione mai vista prima.

I pesci distinguono i colori meglio degli esseri umani: è davvero possibile?
notizia 19:15, 15 Ottobre 2021

I pesci distinguono i colori meglio degli esseri umani: è davvero possibile?

La visione rappresenta una delle doti più importanti degli esseri viventi. Anche se i colori non esistono allietano gli occhi e i cervelli di chiunque si sia evoluto per percepirli. Siamo abituati a considerare l'uomo come apice della visione, ma un team di ricerca ha scoperto che i pesci potrebbero distinguere i colori meglio degli esseri umani.

Ecco come gli antenati delle scimmie sopravvissero all'asteroide che sterminò i dinosauri
notizia 19:56, 14 Ottobre 2021

Ecco come gli antenati delle scimmie sopravvissero all'asteroide che sterminò i dinosauri

Ricordate l’evento di estinzione dei dinosauri? Quello provocato dall'asteroide che generò tsunami devastanti nell’impatto con la Terra. È noto che l’estinzione di massa dei dinosauri segnò l’inizio dell’era dei mammiferi. Uno studio ha scoperto che i primati, antenati delle scimmie odierne, sopravvissero all’impatto scendendo dagli alberi.

Una cura per il cancro da un fungo parassita? Scopriamo la cordicepina

4

notizia 21:00, 13 Ottobre 2021

Una cura per il cancro da un fungo parassita? Scopriamo la cordicepina

Il cancro è la controparte maligna delle neoplasie e può presentarsi in diversi organi. Si tratta di una patologia molto nota e i rimedi per contrastarla si basano sull’utilizzo di farmaci chemioterapici. In merito allo sviluppo di terapie per debellare l’aberrante patologia, uno studio ha scoperto un fungo himalayano con proprietà antitumorali.

E se i primi ominidi fossero comparsi milioni di anni prima di quanto crediamo?

1

notizia 20:30, 13 Ottobre 2021

E se i primi ominidi fossero comparsi milioni di anni prima di quanto crediamo?

La genia relativa agli antenati umani è ricca di diramazioni e progenitori, sia ominidi che specie umane. Una delle più antiche prove, attestabili a ominidi comparsi sulla Terra, è un teschio di australopiteco di 3,8 milioni di anni fa. Un recente studio ha analizzato delle impronte che potrebbero essere ricondotte ad oltre 6 milioni di anni fa.

Scoperta porta alla luce la 'comparsa del tabacco': usato dagli indigeni 12.000 anni fa
notizia 21:13, 12 Ottobre 2021

Scoperta porta alla luce la "comparsa del tabacco": usato dagli indigeni 12.000 anni fa

La pianta del tabacco, la Nicotiana tabacum, è un arbusto le cui foglie sono adoperate per produrre il tabacco. I tabagisti sapranno bene quanto queste foglie possano essere croce dei polmoni e delizia dell’assuefazione. Il suo utilizzo è radicato da migliaia di anni, ma un recente studio sembra aver spostato la sua prima comparsa a 12000 anni fa.

Non solo gli uccelli intonano 'serenate': ecco a voi gli animali che sanno cantare
notizia 18:30, 12 Ottobre 2021

Non solo gli uccelli intonano "serenate": ecco a voi gli animali che sanno cantare

Le indiscusse abilità canore degli uccelli hanno allietato le mattine di tutti. Alcuni di questi riescono addirittura a simulare suoni umani, come la lira comune che riproduce il pianto di un bambino. Nel regno animale, però, gli uccelli non sono gli unici a mostrare grandi doti canore. Vi siete mai chiesti quali sono gli animali capaci di cantare?

Le tecniche di caccia dei Neanderthal? Erano capaci di catturare gli uccelli in volo
notizia 21:00, 11 Ottobre 2021

Le tecniche di caccia dei Neanderthal? Erano capaci di catturare gli uccelli in volo

Ormai sono innumerevoli le prove dell'intelligenza dell'Uomo di Neanderthal, il famoso antenato dell’uomo moderno, vissuto in un periodo compreso tra i 350.000 e i 30.000 anni fa, durante il Paleolitico. Uno studio ha simulato un’incredibile tecnica di caccia che gli antichi uomini avrebbero potuto utilizzare per catturare gli uccelli in volo.

Individuata nuova causa dell'invecchiamento precoce del cervello: la risposta è nel sangue
notizia 20:27, 11 Ottobre 2021

Individuata nuova causa dell'invecchiamento precoce del cervello: la risposta è nel sangue

Il cervello è l’organo più complesso del corpo umano. L'intricata rete di neuroni ci permette di percepire l'ambiente e di attuare azioni complesse, dotandoci di pensiero raziocinante e memoria. In merito alla salvaguardia di questo organo vitale, un team di ricerca ha scoperto una nuova causa dell’invecchiamento cerebrale e come contrastarlo.

Le donne sentono più freddo degli uomini? È tutto scritto nella nostra evoluzione

1

notizia 21:45, 10 Ottobre 2021

Le donne sentono più freddo degli uomini? È tutto scritto nella nostra evoluzione

Immaginate di rilassarvi di fronte ad un focolare, accoccolati in una calda coperta a godervi il vostro libro, serie o film preferito. Ora che la stagione invernale è alle porte sarebbe lo scenario ideale per chi mal sopporta il gelo. Un recente studio ha scoperto che femmine e maschi percepiscono il freddo in modo diverso...anche tra gli animali.

Un'immane estinzione è avvenuta in Africa 30 milioni di anni fa: era oscura alla scienza
notizia 21:04, 10 Ottobre 2021

Un'immane estinzione è avvenuta in Africa 30 milioni di anni fa: era oscura alla scienza

L’Eocene è un periodo, compreso tra 55 e 33 milioni di anni fa, caratterizzato da sconvolgimenti climatici che hanno raffreddato il pianeta, portando all’estinzione di svariate specie in Europa ed Asia. Era idea comune che l’Africa fosse stata risparmiata dai fenomeni di estinzione, ma un nuovo studio potrebbe rivalutare questa credenza.

Mummie di pappagalli mostrano segni di crudeltà: sfruttati per il 'commercio delle piume'
notizia 19:51, 9 Ottobre 2021

Mummie di pappagalli mostrano segni di crudeltà: sfruttati per il "commercio delle piume"

Il deserto di Atacama è una vasta distesa, localizzata in sud America ed estesa dal Perù al Cile. Il deserto è noto per essere stato scenario di antiche crudeltà e battaglie tra le popolazioni indigene in Cile. Uno studio, guidato dall’antropologo Jose Capriles, ha analizzato mummie di antichi pappagalli, utilizzati per il “commercio delle piume”.

Rara scoperta in Galles: ritrovato un feroce dinosauro predatore...grande come un pollo
notizia 20:30, 8 Ottobre 2021

Rara scoperta in Galles: ritrovato un feroce dinosauro predatore...grande come un pollo

Negli ultimi anni, i ritrovamenti fossili di dinosauri si sono decisamente moltiplicati, portando alla luce diverse nuove specie e permettendo la rivalutazione di passate credenze su queste incredibili creature. Una di queste ultime scoperte ha portato sulla scena una nuova specie di predatore di oltre 200 milioni di anni...grande come un pollo.

Questo gigantesco bradipo non si nutriva di sole foglie: era un 'amante della carne'
notizia 19:33, 7 Ottobre 2021

Questo gigantesco bradipo non si nutriva di sole foglie: era un "amante della carne"

I bradipi sono buffi e goffi animaletti arboricoli, dalla caratteristica andatura traballante e dal lento metabolismo. Si tratta di animali innocui dalle dimensioni ridotte, localizzati per lo più in Sud America. Un team di ricerca, analizzando specie di antichi bradipi giganti, ha scoperto che alcuni si cibavano anche di carne.

Scoperta specie di dinosauro nel New Mexico: possente erbivoro imparentato al triceratopo
notizia 18:20, 6 Ottobre 2021

Scoperta specie di dinosauro nel New Mexico: possente erbivoro imparentato al triceratopo

I ceratopsidi sono una famiglia di dinosauri dalla possente struttura, il cui più famoso esponente è il triceratopo. Erano dotati di lunghe corna che, a seconda della specie, avevano una conformazione differente. Un team di ricerca, studiando i resti fossili di un esemplare rinvenuto venti anni fa, ha scoperto una nuova specie di erbivoro.

Piogge 'vulcaniche' durate 2 milioni di anni rivelano l'esplosione evolutiva dei dinosauri
notizia 19:45, 5 Ottobre 2021

Piogge "vulcaniche" durate 2 milioni di anni rivelano l'esplosione evolutiva dei dinosauri

I dinosauri hanno dominato la terra per 165 milioni di anni. Erano animali dalla vasta eterogeneità, che più di tutti hanno spinto sulle proporzioni corporee. Alcuni esponenti sono gli esseri più grandi mai vissuti sulla Terra. Ma qual è l’origine del loro incredibile sviluppo? Un team di ricerca potrebbe aver trovato la risposta.

Annunciati i vincitori del premio Nobel per la fisiologia o la medicina: conosciamoli

1

notizia 18:35, 4 Ottobre 2021

Annunciati i vincitori del premio Nobel per la fisiologia o la medicina: conosciamoli

Quest’oggi si è svolta la conferenza che ha dato inizio al periodo di annunci per l’assegnazione dei premi Nobel 2021. La prima categoria annunciata è stata quella in merito alla fisiologia o la medicina, che ha visto vincitori due scienziati statunitensi, David Julius e Ardem Patapoutian, autori di un'incredibile scoperta.

Chi era Alfred Nobel? Scopriamo l'origine del premio dei premi
notizia 12:31, 4 Ottobre 2021

Chi era Alfred Nobel? Scopriamo l'origine del premio dei premi

Tutti conoscono il premio Nobel, famosissima onorificenza tributata a scienziati e personalità di spicco che, scavando nello scibile umano, sono stati in grado di ottenere risultati strabilianti per il progresso umano. Ma chi era Alfred Nobel? E, soprattutto, conoscete l’origine del premio più famoso al mondo?

Perché ci svegliamo al mattino e dormiamo la notte? Ecco cosa regola il ciclo sonno-veglia
notizia 14:00, 3 Ottobre 2021

Perché ci svegliamo al mattino e dormiamo la notte? Ecco cosa regola il ciclo sonno-veglia

I processi biologici degli esseri viventi sono regolati da un ritmo biologico interno, determinante per il corretto funzionamento fisiologico, il cosiddetto ritmo circadiano. Per l’essere umano si attesta su un periodo di 24 ore, durante le quali siamo più attivi o più propensi al riposo. Ma cosa regola esattamente questo ciclo sonno-veglia?

Questi pesci possono 'prevedere il futuro' per sfuggire ai pericoli: in che modo?
notizia 20:54, 2 Ottobre 2021

Questi pesci possono "prevedere il futuro" per sfuggire ai pericoli: in che modo?

L’analisi dell’ambiente circostante e la valutazione dei possibili pericoli sono fattori che determinano la vita o la morte di tutte le specie. Un team di ricerca del RIKEN Center for Brain Science, in collaborazione con un team giapponese, ha individuato i meccanismi che permettono ad alcuni pesci di “prevedere il futuro” e sfuggire ai pericoli.