Spazio

Spazio
L'attenzione verso le missioni spaziali e in generale verso le notizie riguardanti lo spazio sta aumentando, complice anche l'arrivo di investitori privati, come SpaceX di Elon Musk. Potrebbe essere l'inizio di una nuova corsa alle stelle, dopo quella avvenuta nella seconda metà del secolo scorso, con la NASA che attualmente è il riferimento per le ricerche astrofisiche.

L'universo è attualmente uno dei più grandi misteri per gli esseri umani, da sempre l'uomo ha immaginato cosa potrebbe aver dato inizio a tutto e, soprattutto, perché. I progressi scientifici avanzano rapidamente, quasi, quanto l'universo stesso, ma ci vorrà un tempo, quasi, infinito per comprendere il 5% di quello che contiene.

Fino a poco più di cent'anni fa non si credeva possibile l'esistenza dei buchi neri, e adesso abbiamo anche un'immagine di quest'ultimo; ma la strada è ancora lunga, materia oscura, galassie, stelle e pianeti, il cosmo nasconde bene i suoi segreti. Quello che ci circonda non è tutto infinitamente grande, ma anche infinitamente piccolo, come i (buchi neri primordiali), e per capire meglio le nostre origini, dobbiamo partire dal basso.

La fisica delle particelle e la meccanica del mondo quantico sono gli ingranaggi microscopici che fanno muovere l'interno universo. Non è per nulla una cosa semplice, riuscire a capire questi sottili, e quasi impercettibili legami, ma grazie ad uomini come Albert Einstein, Stephen Hawking e tantissimi altri, prima e dopo di loro, stiamo iniziando a creare le prime fondamenta del mondo che verrà.

C'è ancora molto da fare e da scoprire, cose che non è possibile neanche immaginare, meccanismi, teorie, particelle e interazioni che saranno sconosciute fin quando non verranno scoperte. Chissà se un giorno, gli esseri umani vivranno in sintonia con altre specie interstellari, magari in un qualche sistema ancora sconosciuto e misterioso. Ma per adesso non possiamo far altro che sognare, perché tutto nasce da qui: dai sogni.

Ultimi Contenuti

INDICE NOTIZIE

    È stata scoperta una nuova 'macchia' su Giove, ma non è quello che si potrebbe pensare
    notizia 16:21, 12 Luglio 2020

    È stata scoperta una nuova "macchia" su Giove, ma non è quello che si potrebbe pensare

    Conosciamo tutti l'iconica grande macchia rossa presente su Giove, una tempesta che dura da almeno 300 anni e che potrebbe contenere la Terra vista la sua grandezza. Proprio "accanto" a questa colossale macchia, sembra che se ne stia creando un'altra più piccola; la scoperta è stata fatta recentemente da un astronomo dilettante.

    Quando la Luna era ricoperta di magma, la ricostruzione della NASA

    1

    video 09:47, 12 Luglio 2020

    Quando la Luna era ricoperta di magma, la ricostruzione della NASA

    È un periodo di scoperte molto interessanti in ambito spaziale. Infatti, dopo il nono asteroide più grande di sempre, che non era stato rilevato fino a due giorni dopo il suo "passaggio vicino alla Terra" a causa di un "oscuramento" da parte del Sole, ci spostiamo sulla Luna e scopriamo un po' meglio come appariva molti anni fa.

    I confini del nostro Sistema Solare sono davvero 'strani' e potremmo aver capito il motivo

    1

    notizia 15:56, 11 Luglio 2020

    I confini del nostro Sistema Solare sono davvero "strani" e potremmo aver capito il motivo

    Negli anni abbiamo sempre di più imparato a capire il nostro Sistema Solare, aumentando anche la nostra conoscenza degli oggetti al suo interno. Nei confini più esterni del nostro quartiere galattico, tuttavia, le cose sono molto più complicate, poiché i corpi celesti orbitano attorno al Sole in schemi totalmente diversi da quelli vicini.

    Il viaggio interstellare potrebbe creare nuovi tipi di linguaggi umani sconosciuti

    1

    notizia 15:09, 11 Luglio 2020

    Il viaggio interstellare potrebbe creare nuovi tipi di linguaggi umani sconosciuti

    Per i viaggi interstellari l'unica soluzione possibile è costruire una nave capace di ospitare più generazioni di esseri umani. Solo in questo modo potrebbero colonizzare l'Universo conosciuto. Durante il viaggio nasceranno e cresceranno diverse generazioni in un ambiente chiuso, ciò potrebbe portare a problemi biologici o mutazioni sconosciuti.

    Trovata una galassia che illumina l'Universo poco dopo il Big Bang

    1

    notizia 12:40, 11 Luglio 2020

    Trovata una galassia che illumina l'Universo poco dopo il Big Bang

    I ricercatori dell'University College London hanno presentato la scoperta di una galassia antichissima, circa 13 miliardi di anni fa, in grado di ionizzare il mezzo interstellare. La ricerca è stata comunicata durante il meeting dell'European Astronomical Society del 2 Luglio, tenutosi in via telematica a causa delle restrizioni per il COVID-19.

Immagini

INDICE IMMAGINI

Immagini SpazioImmagini SpazioImmagini SpazioImmagini SpazioImmagini SpazioImmagini SpazioImmagini SpazioImmagini SpazioImmagini SpazioImmagini SpazioImmagini SpazioImmagini SpazioImmagini SpazioImmagini SpazioImmagini Spazio